.:.:. FIRMA LA PETIZIONE PER LA LEGALIZZAZIONE DEL P2P .:.:. 

07 ottobre, 2006

IL PAPA E' IN PERICOLO?


















Secondo lo scrittore Yucel Kaya, autore del libro "Attentato al Papa - Chi ucciderà Benedetto XVI a Istanbul", il Pontefice è in pericolo!

La vita del Papa -secondo lo scrittore- "è in pericolo" perché "ha molti nemici in giro per il mondo", ma non per l'imminente viaggio in Turchia. Anche se "non esclude in assoluto un attentato" a Benedetto XVI durante la sua visita nel Paese anatolico".

Yucel Kaya, interpellato da Apcom ad Istanbul, è convinto: "Non credo che gli succeda nulla in Turchia, ma se anche dovesse esserci un attentato, non sarà certo per opera del popolo o del governo turco. Gli italiani e la gente che lavora in Vaticano sono le trappole del Papa. Per questo ho scritto il libro, per proteggere i turchi e la Turchia. In questo mi sento un profeta". E sull'aereo dirottato a Brindisi, un boeing della Turkish Airlines, Kaya lancia la sua ipotesi: "Credo sia un dirottamento legato a gente che lavora in Vaticano". "Se il Papa viene in Turchia potrebbe essere vittima di un attentato, ma non è sicuro. Ciò che è sicuro - spiega l'autore del libro - che non avverrà per mano di turchi. Voglio proteggere il mio popolo, perché se succede qualcosa al Papa tutti penserebbero che sono stati i turchi".

VOI COSA NE PENSATE?

BENEDETTO XVI E' REALMENTE IN PERICOLO?


Per approfondimenti ecco qualche link:
Il Resto Del Carlino
Il Giornale
Lettera 22
Il Tempo

23 Comments:

Anonymous K.Hiei said...

Giovanni Paolo II è stato un grande Papa aperto al dialogo fra le religioni,non saprei dire di Benedetto XVI,ma se Giovanni Paolo II nonostante la sua apertura al dialogo e i suoi toni decisamente moderati ha subito un attentato,Benedetto XVI con i tempi che girano ne rischia almeno due...
[OT]
P.S.
Ei fallagirare,hai sentito parlare del Documentario del"Inganno Globale"?,quello riguardante l'11 Settembre per intenderci...
[/OT]

07 ottobre, 2006 15:31  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Sì, ne ho sentito parlare.

Perchè me lo chiedi?

07 ottobre, 2006 18:39  
Anonymous enrix said...

Ci stavo pensando anch'io, a quel documentario, leggendo il tuo nuovo topic. Chissà perchè.
Forse K.hiei sta pensando (in assoluta buona fede k. hiei, se hai visto quel documentario; non ce l'ho con te!) che, rispetto ai tempi dell'attentato a Giovanni Paolo II oggi ci sono anche altri fattori che possono incrementare le probabilità di un nuovo attentato al santo Padre.
Per esempio oggi, oltre ai bulgari, russi e musulmani, ci sono anche gli americani ed il loro nuovo sport preferito, cioè la simulazione di attentati musulmani. In pratica, secondo il grande regista italiano e candidato all'oscar Massimo Mazzucco, oggi ci sono più attentatori che vittime. Infatti, oltre agli integralisti islamici, ci sarebbero anche gli americani che si travestono da terroristi, e musulmani autentici che però non sono terroristi musulmani ma terroristi americani che si fingono terroristi musulmani per screditare l'Islam. Come Bin Laden, ad es.
Su Bin Laden poi il Mazzucco ha qualche dubbio, nel senso che non è certo se sia un agente segreto della C.I.A. o del Mossad o di tutti e due.
Facciamo di tutti e due va, che è meglio. Si vendono più DVD del documentario.
Stando a queste nuove correnti di pensiero, io fossi il Papa mi guard-erei dalle Guardie Svizzere.

07 ottobre, 2006 19:09  
Anonymous K.Hiei said...

No il Documentario non voleva essere un collegamento con questa notizia,ero un Off Topic,il punto è,se lo hai visto,perchè non farne un bell'articolo?,cose del genere si DEVONO SAPERE!!,non si possono far morire 3000 persone sotto tonnellate di cemento!,nemmeno gli scarafaggi muoiono in maniera così miserabile!

Tutti devono vedere quel Documentario!

07 ottobre, 2006 19:43  
Anonymous Anonimo said...

ma,,, strano argomento...
che la gente che potesse uccidere il papa sia in vaticano potrebbe essere anche se non lo sò... mi dovrei informare unh pò meglio anche se in effetti di attentati veri io non ne ho mai visti...
che la massoneria e la lobby americana sia arricata anche in vaticano???

07 ottobre, 2006 20:40  
Anonymous Ermete said...

e' proprio vero......
Dio ottenebra la mente di quelli che
vuole perdere......

08 ottobre, 2006 08:02  
Anonymous enrix said...

Vederlo, il documentario, l'abbiamo visto.
E che 3000 persone in un attentato non si debbano far morire, mi pare ovvio.
Purtroppo quel documentario che ho dovuto rivedere 2 o 3 volte per non trascurare alcun dettaglio, non dimostra un bel nulla. Anzi, semai a me dimostra il contrario di quel che vuol dimostrare.

08 ottobre, 2006 09:32  
Anonymous enrix said...

Chi vuole discutere con me di quel documentario, rifletta prima un momento su questa domanda: quale è stata la causa della morte delle vittime del disastro del Vajont?
Dopo che si sarà riflettuto su questo, riprenderemo a parlare del documentario di Mazzucco.

08 ottobre, 2006 09:34  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Ermete ha detto...
e' proprio vero......
Dio ottenebra la mente di quelli che
vuole perdere......"

AHHHHH! UFFAAA!

ALMENO CAMBIA FRASE LA PROSSIMA VOLTA ;)

08 ottobre, 2006 11:05  
Anonymous K.Hiei said...

La causa della morte è sempre la stessa:Soldi,sia per il Vajont che per l'11 Settembre,ma non capisco a cosa ti riferisci quando dici che quel documentario non dimostra niente,non dimostra intanto che la versione ufficiale è una bufola e che nel 11 Settembre c'è stato lo zampino dell'America?,non ti sembra importante questo?

08 ottobre, 2006 13:12  
Anonymous enrix said...

Lo zampino dell'America?
No, non lo dimostra.
E' una raccolta di ipotesi possibili fatta da chi vuole dimostrare qualcosa ad ogni costo.
Una relazione partigiana (cioè di parte).
Un processo all'America? No, se vogliamo semai, il fascicolo della pubblica accusa, in quel processo. Manca la difesa.
Se vuoi faccio io da difesa. Tirami fuori uno degli indizi di quel documentario, ed io te lo demolisco. Vogliamo incominciare dal principale? Benissimo.
La presunta serie di esplosioni preparate per far cadere le torri. Fandonie. Adesso ti spiego perchè ho tirato in ballo il Vajont. Non per parlar di soldi, quelli sono semai la spiegazione delle omissioni di alcuni agenti federali USA che hanno trascurato le varie segnalazioni che pervenivano sui terroristi prima dell'attentato. Ma non perchè erano corrotti, ma molto più volgarmente perchè avevano lo stipendio. E quando c'è lo stipendio alla fine del mese, perchè preoccuparsi più di una delle mille segnalazioni che arrivano, anzichè di un'altra? Purtroppo a volte le spiegazioni di certi fatti sono molto più ciniche ed insulse di quelle di chi vorrebbe dimostrar cospirazioni americane da ogni parte. Ricordati che trovare un fannullone mangiastipendio è MOLTO più facile che trovare un cospiratore. E la spiegazione più semplice ha sempre la priorità.
Ma torniamo al Vajont. Quando quel maledetto frammento di montagna è caduto nel lago artificiale, dalla diga è uscita un'onda immensa. Quell'onda ha travolto cose e persone. Quando però si sono esaminati i cadaveri, si è scoperto che non erano morti annegati, ma che erano deceduti PRIMA per le cause connesse con un violentissimo spostamento d'aria (soffocamento, urti, ecc....)
Saranno stati gli americani anche a quell'epoca, che han fatto prima cadere il masso, e poi, per essere sicuri che ci fosse una strage, han sparso bombe dappertutto?
Naturalmente no. Lo spostamento d'aria è stato causato semplicemente dall'onda in arrivo. Propio così. La massa d'acqua era talmente alta, enorme e veloce, che l'aria stessa che muoveva innanzi a lei ha fatto disastri prima ancora dell'onda stessa. Perchè vedi, quando ad un blocco di 10-20 piani di un palazzo di una superficie pari a quella delle TOWERS vengono meno i sostegni strutturali e cade nel vuoto alla velocita "g" (l'accelerazione di gravità), detto blocco sposta l'aria sottostante in modo violento. La massa d'aria contenuta nelle camere sottostanti viene messa in pressione e fa letteralmente esplodere porte e finestre. Dal che derivano gli sbuffi, assolutamente naturali, di detriti che si vedono fuoriuscire dalle finestre a mano a mano sotto alla zona di crollo, e parimenti l'elevata distanza cui i frammenti sono stati espulsi. Da che cosa sia stato causato il cedimento strutturale lo ha ampiamente illustrato il progettista del palazzo 12 ore dopo i fatti, intervistato dalla CNN (un architetto giapponese residente in giappone, non un agente dalla CIA).
E' stata l'altissima temperatura che ha indebolito il telaio centrale strutturale. Mazzucco dice: non è vero che la temperatura era alta. Non più di 200-300 gradi nei pilastri centrali. 200 gradi nei pilastri centrali? E allora nelle stanze perimetrali quant'era, 30 gradi?
Dunque ora ho capito perchè quella povera gente si gettava nel vuoto da quell'altezza. C'erano 30 gradi e loro avevano il cappotto, e non trovavano gli attaccapanni per toglierselo. Poi il nostro regista "simpaticone" ci mostra alcune demolizioni controllate di palazzi per documentare di come proprio in quel caso i detriti vengono sparati fuori dalle varie stanze allo stesso modo delle TOWERS. Peccato che in tutte queste rappresentazioni, oltre ai detriti sparati fuori, si vedono anche le esplosioni vere e proprie, cioè il fuoco, le fiamme, cioè tutta quella roba che si vede di solito quando accendi un petardo. nelle TOWERS, al momento del crollo, neanche un lumicino. Non una miccia, un accendino. Nulla. Solo i detriti che saltan fuori qua e là. Strane esplosioni. Forse erano esplosioni col silenziatore. No il rumore c'era, è vero. L'hanno sentito anche i pompieri ("come delle esplosioni a catena", hanno detto). Certo, perchè dei piani di un palazzo che crollano l'un sull'altro normalmente ti fanno sentire "il silenzio" di Nini Rosso.
Ah, però c'era del fumo. Sì del fumo. Su sto fumo nei forum di luogocomune sprecan fiumi di parole. Come se da un palazzo dove è entrato un boeing non dovesse uscire fumo. Forse qualcuno s'era acceso una canna, pure. Mazzucco non ci avrà pensato.
Sarà meglio che se ne accenda una lui di canna, Mazzucco, così le sue belle pensate rallenteranno un po'-

08 ottobre, 2006 16:51  
Anonymous K.Hiei said...

Non so se sia stato questo Mazzucco a fare il documentario,forse stiamo parlando di due documentari diversi,io l'ho trovato su eMule cercando"Inganno Globale",e mostra molte altre cose oltre a quelle che hai citato tu,ad ogni modo,per evitare di far post troppo lunghi e discussioni troppo articolate qui,che ne dici di darmi qualche Link a qualche articolo che mi spieghi tutti i punti controversi che ho visto in quel documentario?,poi magari,ne parliamo su Messenger o da qualche altra parte,qua è un pò scomodo.
Ad ogni modo,puoi usare questo indirizzo:

qualsiasi999@Yahoo.it

P.S.
Sono ancora convinto che sia stata l'America la responsabile di quello che è successo,però,sarebbe bello se il mondo non farebbe così schifo come sembra,preferisco sbagliarmi io,piuttosto che vivere in un mondo del genere.
Grazie<

08 ottobre, 2006 18:47  
Anonymous K.Hiei said...

Link eD2K del documentario in questione:

ed2k://|file|[Xvid%20Ita]%2011%20Settembre%20-%20Inganno%20Globale.avi|687565576|2611D8CD66C2A76E17CF0072F2855E56|/

08 ottobre, 2006 18:53  
Anonymous enrix said...

Massimo Mazzucco è il regista italiano che sta avendo un po' di notorietà per aver tradotto e rimontato quel documentario (che in realtà è stato fatto da un austriaco). Inoltre è fra i coordinatori del sito di luogocomune, dove i contenuti del film sono ampiamente sviscerati (ma sempre e solo da un unico punto di vista):
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/
Interventi che contrastino quel documentario in rete ne trovi pochissimi, anzi io non ne ho mai visti, per due semplici ragioni.
1) Gli addetti ai lavori (ingegneri, fisici, architetti, ecc...) senza pregiudiziali ideologiche, i quali sono ben consapevoli del valore delle teorie di quel film, in massima parte tendono a snobbarlo senza intervenire, ritenendo la discussione di bassissimo livello tecnico. ( e non sono i soli, se pensi che le stesse associazioni delle faniglie delle vittime, pompieri compresi, che in america sono particolarmente agguerrite e dotati di buoni avvocati, ritengono il 95% di quel film una bufala, e non ti fa pensare questo?)
2) Il sito del documentario che ti ho linkato prima è fortemente tenuto sotto controllo e censurato.
Un intervento contrario con argomenti forti, sul forum del sito, può essere cancellato in uno spazio di tempo massimo di 4-5 minuti. I forum sono un concentrato di interventi di gente entusiasta che non vedeva l'ora di trovarlo, un documentario così. D'altro canto furono decine i miei conoscenti (e moltissimi gli italiani) che, l'11 settembre, commentando a caldo gli attentati, esordirono con frasi del tipo "gli sta bene agli americani, se lo meritano". Adesso questi sono gli stessi che sono entusiasti di questo film, come dire che il riassunto del loro pensiero sarebbe: "gli sta bene, agli americani. E' una fortuna che si facciano questi attentati da sè stessi". Divertente, non è vero? Quante belle turbe mentali può generare un sano e genuino manicheismo comunista.

D'altro canto, c'è anche un aspetto del tuo intervento che non riesco ad afferrare.
Quando dici:
"non si possono far morire 3000 persone sotto tonnellate di cemento!,nemmeno gli scarafaggi muoiono in maniera così miserabile!" io rimango perplesso.
Perchè pare che a darti il via per dire una cosa del genere (e cioè che è agghiacciante far morire migliaia di persone come scarafaggi) sia stato l'aver appreso che è stata la C.I.A. a farlo.
Perchè, nei 5 anni precedenti in cui si riteneva che quelle migliaia di pòersone fossero state uccise per un'operazione di terrorismo islamico, era forse meno agghiacciante? In quel caso si poteva invece, far morire 3000 persone così?

09 ottobre, 2006 08:57  
Anonymous enrix said...

Scusate se intervengo ancora, ma voglio dimostrarvi di quanto sia inaffidabile la raccolta di prove fatta in quel documentario.
Guardate qui:
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/wtc1e2/wtc1e2.html

Per dimostrare come non fosse possibile che la temperatura indebolisse i pilastri centrali, ti pubblicano la scheda tecnica del ferro, dove si vede bene che la temperatura di fusione è di 1535° mentre, dicono loro, la temperatura nel punto di maggior assorbimento dell'energia dell'impatto degli aerei non poteva superare gli 800°. Qundi il ferro non poteva nè fondersi nè danneggiarsi.
Peccato che quei pilastri non fossero di ferro. Il ferro così come si trova in natura, non viene utilizzato in edilizia. Non viene neppure lavorato.
Si usa invece un composto di ferro e carbonio (quello appunto dei pilastri delle towers) la cui temperatura di fusione massima è di 1154°, ma che già a 700° subisce trasformazioni e tra gli 800 ed i 900° ha già perso le sue caratteristiche di resistenza.
E dire che questa cosa si può leggere dappertutto.
Qui ad es:
http://it.wikipedia.org/wiki/Diagramma_Ferro-Carbonio

Quindi, come vedi, quel documentario è stato fatto o da ignoranti, o da furbacchioni.

09 ottobre, 2006 09:43  
Anonymous K.Hiei said...

A giudicare da questo articolo stiamo parlando di accaio e non di banale ferro:

http://en.wikipedia.org/wiki/World_Trade_Center

"What the twin towers may have lacked in architectural aestheticism,they made up for with engineering innovation.To solve the problem of wind sway or vibration in the construction of the towers,chief engineer Leslie Robertson took a then unusual approach — instead of bracing the buildings corner-to-corner or using internal walls,the towers were essentially hollow steel tubes surrounding a strong central core. The 208 feet (63.4 m) wide facade was,in effect,a prefabricated steel lattice,with columns on 39 inch (100 cm) centers acting as wind bracing to resist all overturning forces; the central core took the majority of the gravity loads of the building"

E a giudicare da questo articolo:
http://en.wikipedia.org/wiki/Steel
e da questo
http://en.wikipedia.org/wiki/Carbon_steel

L'acciaio non fonde a temperature così basse come dici tu,a meno che non si prenda in considerazione qualche lega particolarmente povera di Carbonio o trattata in modo particolare,che però non è usata per costruzioni!

E poi ci sono molte altre teorie,quella del incendio è solo una,che mi dici di tutte le altre?

09 ottobre, 2006 13:03  
Anonymous enrix said...

Si dice acciaio nelle scienze delle costruzioni giustappunto la lega di ferro-carbonio che viene utilizzata per armare il calcestruzzo. Chi non è addetto ai lavori invece quando legge acciaio pensa all'acciaio inossidabile (che invece contiene nichel), ma si sbaglia. Con il termine acciaio si intende il ferro da edilizia (cioè, col carbonio).
Se vai a vederti i preziari pubblici (ministero e camere di commercio) la voce tecnica è:
"acciaio al carbonio". Ma volgarmente si è sempre chiamato ferro da costruzioni. Nel diagramma riportato nel link che ti ho inviato, vedrai che la temperatura di fusione scende con l'aumentare della percentuale di carbonio (e non il contrario, come dici tu). Il punto massimo di fusione (oltre 1500°) si trova nel ferro puro, a carbonio zero. Il diagramma è scientifico ed esatto, anche se pubblicato da wilkipedia. Peraltro wilkipedia è un'enciclopedia di libera formazione ed accesso e ci scrivono un po' tutti (pertanto si trovano anche report poco attendibili).
In ogni caso la mia intenzione non era quella di disquisire sull'incendio delle towers, ma soltanto di dimostrarti che gli autori del documentario e del sito, pubblicando la scheda tecnica del ferro elementare (cioè puro), che praticamente non si trova neppure in commercio e che comunque non è e non potrebbe mai essere il materiale utilizzato per le torri, sono stati poco seri e tutt'altro che esatti nell'adduzione delle prove.
Capita quando si vuol dimostrare qualcosa ad ogni costo.
A me basta questo per elevare il livello di sorveglianza sui contenuti di questo film.

09 ottobre, 2006 13:44  
Anonymous K.Hiei said...

Guarda che lo so che non era ferro puro quello nelle torri,però la percentuale di Carbonio nell'acciaio(O ferro-carbonio se preferisci),per le costruzioni non è così alto da poter fondersi o ammorbidirsi così facilmente.Dai video"Ufficiali",si vede chiaramente che dopo un pò l'incendio di una delle due torri è quasi esaurito,e che essendo pieno di uffici,non poteva contenere nessun combustibile che avrebbe potuto innalzare la temperatura dell'incendio a tali livelli,si vedeva chiaramente anche dal fumo nero che usciva.Inoltre,è chiaro che la maggior parte del carburante degli aerei sia bruciata al momento dell'impatto,lo si vede chiaramente dall'enorme palla di fuoco che si genera,altrimenti quella palla di fuoco da cosa era alimentata,se non dal carburante stesso degli aerei?,esaurito il carburante(Perché brucia molto in fretta,ed è facile da dimostrare),al fuoco non rimaneva molto combustibile,come già detto,essendo un"Semplice",edificio fatto per la maggior parte di uffici.

Poi spiegami come mai le torri sono crollate così velocemente,hai parlato prima dell'impatto dell'aria che avrebbe spazzato via i piani circostanti,ed hai fatto l'esempio del crollo della diga del Vajont,che secondo me è una faccenda ben diversa:L'acqua ha acquistato una velocità impressionante cadendo dalla montagna,qua si parla invece di un piano che crolla per circa 3 metri prima di fermarsi schiantandosi con il piano inferiore,e così via,l'aria spinta non poteva avere la forza di spondare da sola il pavimento,l'aria spinta finisce semplicemente fuori,dalle finestre o verso le scale nei piani inferiori,ma arrivare a spondare il pavimento ce ne vuole.

Comunque ti avevo chiesto come invece smonti le altre tesi,riguardanti il pentagono,il WTC 7,il crollo del quarto aereo,ecc.

09 ottobre, 2006 15:25  
Anonymous enrix said...

Non era ferro puro, infatti.
E la differenza tra il ferro puro e l'acciaio usato nelle torri cuba come minimo di 300°.
Però gli autori del documentario, guarda caso, ti han pubblicato la scheda del ferro elementare. Guarda caso. Solo questo era il punto della mia nota. Per ora io non sono entrato nel tecnico.
Semplicemente trovo furbesco pubblicare quella scheda.

In generale però ti posso dire che tutte queste fotografie (inteso nel senso di singole valutazioni di singoli brevi episodi e situazioni) nel documentario sono strumentalmente disconnesse tra di loro. Il calore c'è, però non c'è. Ci son persone che passeggiano tranquille nella zona dell'impatto, ed altre che si gettan nel vuoto dall'altra parte.
C'eran delle bombe. Bombe particolari, insensibili alla temperatura. Perchè che due boeing siano entrati dentro e che il carburante sia combusto, nessuno lo nega (neppure tu). Ma le bombe messe dalla CIA nei giorni precedenti, non avevan nulla da temere. Gli aerei pilotati da falsi terroristi potevano impattare tranquillamente ovunque volessero, che le bombe seminate ai vari piani non sarebbero mai esplose se non radiocomandate. Bombe speciali. Nessun rischio di esplosione per trovarsi in mezzo ad una "enorme palla di fuoco". Insensibili alla temperatura, quelle bombe hanno aspettato buone buone il radiocomando.
Poi la CIA, se è cinica, naturalmente lo è fino in fondo. Dopo due impatti del genere, ed avendo programmato una demolizione controllata, lascia tranquillamente che i palazzi si riempian di pompieri e poliziotti. E' più d'effetto. Anzichè ordinar l'evacuazione ed attendere lo sgombero, lascia che i palazzi si riempian di soccorritori. Poi quando son belli pieni li fanno esplodere. Esplosioni senza fiamma. (sarebbe bello vederne una).
Hai mai visto o letto del crollo di un palazzo che crolla per ragioni di cedimento strutturale dovuto a lesioni, terremoti o errore di calcolo progettuale, o errore nell'utilizzo dei materiali?
Crolla esattamente come le Towers.
Viene giù come un castello di carte, un palazzo che ha un cedimento strutturale. E' normale, così come avviene improvvisamente, da un momento all'altro. Nessun piano superiore chiede per favore a quello di sotto se gli può rovinare addosso e nessun piano di sotto gli risponde, un attimo che sono al telefono.
C'è un grattacielo, crollato in Canada per un errore costruttivo, ESATTAMENTE, da un momento all'altro, come le Towers. Il cedimento è avvenuto nella zona alta del grattacielo ed i piani han cominciato a rovinar l'uno sull'altro (con fuoriuscita di sbuffi e detriti) ESATTAMENTE come per le Towers. Identico al 100%: Di questo disastro girava un documentario su Discovery Channel sino a tre anni fa, ora da un pezzo non lo replicano. Ma ora lo rintraccio e te lo segnalo.
MA BADA BENE: io non escludo a priori l'ipotesi di questo documentario, e cioè che ci possan esser cose sporche dietro.
Semplicemente non sono il tipo da farmi abbindolare da certe "prove", specie se presentate da gente in malafede e di parte.
Per quanto riguarda il pentagono ed il quarto aereo, io sin dai giorni degli attentati mi ero fatto opinioni personali, e se vuoi te le dico anche.
Io ritengo che il pentagono sia stato colpito da un missile, e che il quarto aereo sia stato abbattuto in volo. Opinioni personali, strettamente personali.
Lo penso da sempre. Lo vedi che non son prevenuto?
Ma una demolizione controllata delle Towers, per favore, no.
Si vede benissimo che non c'entra nulla.
Sul WTC7 non basterebbero tutte le pagine di questo blog. Ma anche lì la mia opinione è diversa da quelli di luogocomune.

09 ottobre, 2006 16:14  
Anonymous K.Hiei said...

OK allora se trovi il documentario in questione fammi avere please il Link(ed2K magari),per E-Mail o qui.
Bye<

09 ottobre, 2006 16:26  
Anonymous enrix said...

Sarà fatto. Per intanto ho rintracciato un bellissimo link. Veramente ben fatto.

http://undicisettembre.blogspot.com/

09 ottobre, 2006 18:03  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Avevo già visto questo blog Enrix.

Tratta molto bene l'argomento!

09 ottobre, 2006 23:15  
Anonymous Anonimo said...

Anche s ein ritardo ne metto pure io un commento : il papa e' in percolo.....spiacente x tutti voi ma...chi se ne frega..per me lo possono pure far fuori , tanto mi sta sul caaaaaa.....o, non e' un papa e;'' un crucco al potere nel vaticano che sentenzia a spara cazzate

davide

12 ottobre, 2006 12:21  

Posta un commento

Links to this post:

poisted

Crea un link

<< Home

Liste Civiche Nuovo Rinascimento
 

Google
Web falla-girare.blogspot.com
 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Giornalismo su BLOO.it

Bloggoteka

Blog-Show la vetrina italiana dei blog! ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale

Superba.it

SpazioLink.com>

Blogarama - The Blog Directory  

L'autore del blog NON si assume alcuna responsabilità sui contenuti dei commenti. I commenti ritenuti offensivi o non attinenti potranno essere cancellati. Per qualsiasi informazione: fallagirarestaff@yahoo.it