.:.:. FIRMA LA PETIZIONE PER LA LEGALIZZAZIONE DEL P2P .:.:. 

12 dicembre, 2006

Il dramma di Piergiorgio Welby












Oggi tocco un argomento molto delicato: il caso di Piergiorgio Welby.

Partiamo dall'origine: Chi è Piergiorgio Welby?


"Il mio nome è Piergiorgio, la mia storia è simile a quella di tanti altri distrofici.Ricordare come tutto sia iniziato non è facile perché la memoria non è accumulazione ma selezione e catalogazione. Forse fu una caduta immotivata o il bicchiere, troppo spesso sfuggito di mano etc. ma quello che nessun distrofico può scordare è il giorno in cui il medico, dopo la biopsia muscolare e l'elettromiografia, ti comunica la diagnosi: Distrofia Muscolare Progressiva.
Questa è una delle patologie più crudeli; pur lasciando intatte le facoltà intellettive, costringe il malato a confrontarsi con tutti gli handicap conosciuti: da claudicante a paraplegico, da paraplegico a tetraplegico, poi arriva l'insufficienza respiratoria e la tracheotomia.
Il cuore, di solito, non viene colpito e l'esito infausto, come dicono i medici, si ha per i decubiti o una polmonite.
Io ho raggiunto l'ultimo stadio: respiro con l'ausilio di un ventilatore polmonare, mi nutro di un alimento artificiale (Pulmocare), parlo con l'ausilio di un computer e di un software.Per anni e anni ho sperato che la ricerca scientifica trovasse un rimedio. Oggi, che le prospettive di una cura potrebbero, grazie agli studi sulle cellule staminali, sia adulte che embrionali, trasformarsi da speranza in realtà, sempre più ostacoli si frappongono sul cammino di una ricerca libera.
Questa malattia non è una maledizione biblica, è una malattia genetica che può essere sconfitta grazie alla diagnosi prenatale: i villi coriali, l'amniocentesi e soprattutto la diagnosi preimpianto.In Italia ci sono oggi circa 2.000 bambini con distrofia muscolare Duchenne. L'incidenza della distrofia miotonica, la più comune distrofia muscolare dell'adulto, è di approssimativamente 135 casi ogni milione di nascite (maschi o femmine). L'incidenza della distrofia dei cingoli è di circa 65 casi per milione di nascite e quella della distrofia facioscapolomerale è ancora inferiore.
Considerando insieme tutte le principali malattie neuromuscolari ereditarie, verosimilmente ne risultano colpiti in Italia circa 30 persone ogni 100.000 abitanti, ossia oltre 17.000 persone.
Se delle dispute capziose e, spesso, ideologiche dovessero ritardare la scoperta di una cura e condannare anche un solo bambino a vivere il dramma che io ho vissuto e sto vivendo...beh, pensateci!
Pensateci questa estate quando vi tufferete, affronterete un sesto grado, percorrerete un sentiero con la mountain bike...". (tratto dal blog di Welby)

Cosa chiede Piergiorgio Welby?



Ed arriviamo ad oggi.

Ecco la sentenza provisioria della procura di Roma sul caso Welby:

"Appare evidente che sotto il profilo dell’esistenza del diritto di interrompere il trattamento terapeutico non voluto con le modalità richieste - hanno scritto il procuratore capo Giovanni Ferrara e i pm Salvatore Vitello e Francesca Loy - il ricorso è ammissibile e va accolto. Per quanto riguarda invece la possibilità di ordinare ai medici di non ripristinare la terapia, il ricorso è inammissibile poiché trattasi di una scelta discrezionale affidata al medico, anche se di una scelta discrezionale tecnicamente vincolata in merito all’utilità e alla necessità di ripristinare in un momento successivo la terapia".

In pratica Welby può chiedere di fermare le cure: ne ha diritto. Ma non può ordinare ai medici di non ripristinare la terapia in caso di sofferenza, una volta staccata la spina.

Ma l'odissea di Welby non è finita...

Sarà la Magistratura a decidere oggi pomeriggio alle ore 17:00, alla prima sezione del Tribunale civile di Roma, se accogliere il ricorso d'urgenza sulla richiesta dello stesso Piegiorgio Welby di autorizzare i medici a staccare la spina del respiratore.

Ora, sinceramente, se dovessi decidere io sulla vita di Welby non saprei cosa fare...

Voi cosa decidereste?

57 Comments:

Anonymous normanno said...

Devono staccare la spina e fare in modo che non soffre… Tutto il resto è retorica (accanimento/ eutanasia)… Pure il papa, prima di morire, non ha voluto andare al policlinico per l’enesima volta… Chiamatelo come volete ma a me sembra paragonabile… O mi sbaglio?

E il fatto che si combatte il dolore che rende la morte immorale? Spero di non capire bene.

12 dicembre, 2006 15:56  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Be' Welby sta nettamente peggio rispetto a quando era in vita Giovanni PaoLO II...

12 dicembre, 2006 16:04  
Anonymous normanno said...

Parlavo degli ultimi giorni di Giovanni Paolo II quando ha rifiutato di farsi curare al policlinico, unica speranza nelle ultime ore della sua agonia. Come fa Papa Ratzinger ha dire certe cose...

"Eutanasia e aborto
sono attentati alla pace"

12 dicembre, 2006 16:28  
Anonymous Anonimo said...

penso che se uno e'arrivato a tal punto da prendere questa decisione nessuno dovrebbe osare a metterci becco e impedirgli di fare cio' che'ha pensato per cosi' tanto tempo

12 dicembre, 2006 17:41  
Anonymous Anonimo said...

ripeto gli animali capiscono e soffrono gli embrioni no sia umani che di qualsiasi altra specie tu parli solo per ignoranza

12 dicembre, 2006 17:47  
Anonymous Anonimo said...

la chiesa non ti prende per il collo infatti non permette a sto povero cristo di mettere fine alla sua sofferenza alla faccia della liberta',uno non e'neanche piu'libero di decidere sul proprio corpo,complimenti

12 dicembre, 2006 17:49  
Anonymous Anonimo said...

alla chiesa come a molte altre persone non e'bene chiaro il concetto che ognuno puo pensare come vuole e non imporre il proprio pensiero agli altri

12 dicembre, 2006 17:51  
Blogger davide zena said...

Credo che nessuno ..ne' il papa' (tze') ne' i politici ne' chiunque altro ha il diritto di decidere per lui

Quest'uomo ha il sacro santo diritto di non soffrire piu' e riposare in pace:

forza Piergiorgio !!

12 dicembre, 2006 17:51  
Anonymous VitoBarese said...

Ave...
sono daccordo con papa Ratziger, "eutanasia e aborto sono attentati alla pace". Ma qui il discorso diverso, non si parla nè di eutanasia nè di aborto, qui si parla di una persona capace di intendere e di volere che non vuole essere curato. Se io per problemi religiosi, o per questioni personali non voglio farmi curare ne ho pienamente diritto, ma certo non posso chiedere a un medico di ammazzarmi, nè se fossi un medico mi prenderei la brigs o il rischio di farlo.
ps: x lo staff, vi dispiace se vi linko sul mio blog?

12 dicembre, 2006 19:15  
Anonymous Anonimo said...

beh...basta fargli fare quello che vuole...
Non so se sarei in grado di prendere una decisione come la sua...
Ma sta di fatto che ognuno dovrebbe essere lasciato libero di decidere

12 dicembre, 2006 20:09  
Anonymous K.Hiei said...

Mi domandavo una cosa.....potrei reputare ammissibile che non sia concessa la morte a chi soffre così tanto da avere le proprie capacità cognitive ed intellettuali compromesse dalla sua situazione,ma in Italia non si può decidere di morire nemmeno se uno ragiona perfettamente.

Quello che intendo è,che è difficile stabilire se uno vuole morire perché effettivamente ha deciso così oppure se lo fa perché troppo preso dal dolore.
Vi faccio un esempio:Se uno provasse un dolore insopportabile che non potrebbe aver altro rimedio che non la morte,anche se questo è un proclamato contro l'eutanasia,secondo voi,dopo ore di dolore insopportabile,dopo giorni,mesi,forse perfino anni di dolore insopportabile,credete che non cambi idea?,ma cambia Idea perché ha una qualche ragione logica ho semplicemente perché non c'è la fa più?

La mia opinione riguardo all'eutanasia è"Libera",un pò come tutto il mio modo di pensare,ognuno per me può pensare ed agire come vuole a patto di non recare danno agli altri,questa secondo me è l'opinione più giusta che io possa avere per il semplice fatto che ne io ne nessun altro eccetto Dio sa cosa è giusto ed è sbagliato in questo mondo...magari anche quello che ho appena detto è sbagliato.

12 dicembre, 2006 20:23  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"ps: x lo staff, vi dispiace se vi linko sul mio blog?"

E' un piacere?

Poi contraccambio!

12 dicembre, 2006 22:34  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Una domanda rivolta a tutti:

se senza le macchine Welby sarebbe già morto, se Dio non vuole che Welby muoia (se questa è La Sua volontà), perchè tutto questo accanimento?

Lasciamo che Dio decida!

12 dicembre, 2006 22:38  
Anonymous K.Hiei said...

Perché la legge è la legge.
Siamo in Italia,il paese della Burocrazia...comunque è normale che ci sia questo accanimento,se uno vuole una cosa veramente si accanisce,che altro?

12 dicembre, 2006 22:45  
Anonymous Antonio said...

Infatti ragazzi la chiesa non è contro l' eutanasia passiva...

«Nell’immediatezza di una morte che appare ormai inevitabile e imminente “è lecito in coscienza prendere la decisione di rinunciare a trattamenti che procurerebbero soltanto un prolungamento precario e penoso della vita” (cfr Dich. su Eutanasia, parte IV), poiché vi è grande differenza etica tra “procurare la morte” e “permettere la morte”: il primo atteggiamento rifiuta e nega la vita, il secondo accetta il naturale compimento di essa»

Evangelium Vitae, § 64-67

12 dicembre, 2006 23:03  
Blogger Lesandro said...

Morire. Bisogna lasciarlo morire. Questo genere di riguardo ce lo abbiamo per le bestie e non per gli uomini. Quella di Welby, così come quella di chi è nelle sue condizioni, non è vita, è l'inferno del dolore. E non solo fisico. E' il dolore di chi osserva il mondo dalla prigione del proprio corpo. Ogni singolo gesto fatto da altri, ogni parola pronunciata da altri è una pugnalata che ti ricorda quello che hai perso. Persino l'amore dei cari ti offende, perchè non puoi ricambiarlo e vorresti. Perchè capisci il loro sacrificio. Lo so che alcuni si offenderanno ma io lo dico lo stesso. Il papa mi ha rotto il cazzo. Lui e quelli come lui che vogliono santificarsi sulla pelle degli altri. Imponendo il dolore agli altri. Mi ha rotto il cazzo perchè trova da ridire anche sull'uso delle staminali. O sull'aborto. Se la sua religione gli impone la sofferenza allora che si infili un cilicio e non rompa i coglioni al prossimo. Come essere umano ritengo che gli uomini dovrebbero fuggire la sofferenza, e non cercarla. Dovrebbero combatterla, e non accoglierla. Esistono decine di malattie orribili, inclusa quella di Welby, che a quest'ora sarebbero scomparse se solo avessimo cominciato a lavorare con le staminali o le embrionali da subito. Ed invece c'è ancora gente che è costretta a non-vivere perchè quell'idiota vestito da gelataio pretende di dire al resto del mondo cosa è giusto e cosa è sbagliato. Gli auguro una fine simile.

13 dicembre, 2006 02:11  
Anonymous VitoBarese said...

Ave...
non credo sia giusto parlare così del Santo Padre, a prescindere dalla propria fede religiosa, primo perchè è una persona anziana, secondo perchè merita rispetto per il ruolo che ricopre. Riguardo al caso di Welby, come è già stato detto, la chiesa non discute il fatto di tenere o no in vita una persona qualnto di ucciderlo o meno (ricordo che l'eutanasia o morte dolce, avviene quando o tu sei in vita ma non puoi decidere se vivere o lasciarti morire, o se hai facoltà di intendere e di volere, ma non solo vuoi che non ti curino, ma vorresti che ti aiutino a morire. Questo è quello che dà contro alla legge e alla morale religiosa, ma se una persona non si vuol curare è liberissimo di farlo!)
Per quanto rigurda le staminali, in Italia si sono già raggiunti ottimi risultati con ricerche sulle cellule staminali adulte, perchè la legge 40 vieta la ricerca su quelle embrionali (che poi sarebbe come un aborto). Ricordo che la legge 40 è stata approvata con un referendum, in modo democratico, da tutti gli italiani, e non dal papa.
Che poi il papa dica alcune cose è il suo lavoro, come lo fa il dalai lama, come lofanno gli imam, il"lavoro"delle autorità religiose è di parlare e esporre la religione alle persone. Se poi qualcuno pensa che siano cavolate, beh cambia canale, ne abbiamo a bizzeffe di giornalisti, politici e personaggi televisivi che non fanno che dire cavolate.
Questo è il mio pensiero di democrazia.
ps: per lo staf, vi ho linkato!

13 dicembre, 2006 11:00  
Anonymous Anonimo said...

Ricordati che in Italia non si riesce a cambiare canale.
Tutto è sempre sintonizzato sulla religione, finora è sempre stato così.
Stato laico un corno.

Spero che finalmente si riuscirà a liberare lo stato dalla mano del clero di modo che si possano prendere delle decisioni per il bene del paese e delle persone che qui vivono, decisioni finalmente NON LEGATE all'etica e alla morale religiosa.
Medusa

13 dicembre, 2006 11:49  
Anonymous Anonimo said...

siamo arrivati al punto di discutere se ognuno e'libero di decidere su se stesso,alla faccia della liberta',che tristezza a che bestemmie

13 dicembre, 2006 12:27  
Anonymous Anonimo said...

falla girare vedo che hai una visione molto infantilistica delle cose parli della volonta' di dio ma gli uomini che stanno tenendolo in vita non sono forse creati da dio e quindi agendo fanno la sua volonta e poi comunque non credo che esista dio comunque se esistesse dio non e' quello dei cartoni animati che con un raggi fa delle cose ,se esiste le cose le ha gia' decise creando tutto dall'inizio,per farti capire come un effetto domino

13 dicembre, 2006 12:31  
Anonymous Anonimo said...

comunque ti consiglio di cambiare radicalmente la tua visione delle cose oppure di chiudere sto blog perche'coi tuoi post non fai nient'alòtro di fare propaganda alla stupidita'

13 dicembre, 2006 12:32  
Anonymous Anonimo said...

comunque il clero non agisce direttamente rovina il cervello della gente da piccoli quando e'piu'malleabile e poi queste persone,abituate a ragionare in tal modo, agiscono di conseguenza ed educheranno di conseguenza i loro figli ,l'effetto domino di dio di cui dicevo prima.come direbbe bisio astuti

13 dicembre, 2006 12:35  
Anonymous Anonimo said...

la cosa triste e' che questa mentalita' sta entrando sempre piu'nella scienza sottoforma della bio etica che decide se e'etco o no salvare la vita delle persone o meglio migliorarne la qualita' che credo sia la cosa principale dele medicina e'inutile far vivere un uomo per 200 anni se a 50 non ce la fa gia' piu'gli si creano 150anni di sofferenza

13 dicembre, 2006 12:38  
Anonymous Anonimo said...

la chiesa predica la sofferenza dell'uomo allora passiamo tutti tuttta la vita a tirarci martellate sui coglioni

13 dicembre, 2006 12:39  
Anonymous Anonimo said...

domanda allo staff che dice di essere democratico ma quando uno la pensa in modo differente da lui si incazza.se un embrione umano fosse stato al posto di w. avrebbe sofferto?e se un cane o un topo fosse stato al posto di w.avrebbe sofferto?

13 dicembre, 2006 12:48  
Anonymous Anonimo said...

falla girare sei democratico come tuttio quelli che dicono di esserlo e non lasciano liberi gli altri neanche di finirew il proprio discorso

13 dicembre, 2006 12:49  
Anonymous enrix said...

Salve ragazzi, una "comparsata veloce". Tutto bene, a quanto vedo!

Debbo quotar Lesandro, questa volta. Pur senza astio e con meno veemenza, ed astenendomi dal criticar l'abito papale, devo dire che Lesandro ha ragione.

Non è difendibile la Chiesa, in questo frangente, per mancanza di coerenza.
E la mancanza di coerenza ti pone sempre dalla parte del torto.

Se credo in qualcosa, difendo questa cosa a 360° e sempre con la stessa veemenza.

L'accanimento della Chiesa su casi drammatici come quello del Sig. Welby, è invece del tutto incoerente se raffrontato con l'indiscutibile condizione di passiva accettazione in cui versa la Chiesa nei confronti delle barbare condanne a morte, e morte violenta per giunta, che avvengono negli stati cattolici dell'America del nord in cui quella pena è in vigore.

Tutti i papi sino ad oggi si sono semplicemente limitati a "supplicare" la grazia per singoli casi ai governanti di turno.

Quando la Chiesa "tuonerà" contro la pena di morte negli USA, con la stessa veemenza che ho udito in questi giorni per il Sig. Welby, e quando darà avvio ad una battaglia VERA E SENZA CONDIZIONI, una battaglia finale vera e propria, contro la barbarie della "terminazione" per avvelenamento o per scossa elettrica nei paesi cattolici ove questa è in uso, allora riprenderemo a discutere.

Per il momento, con questa Chiesa incoerente e non disinteressata non c'è nulla da discutere.

13 dicembre, 2006 13:00  
Anonymous Normanno said...

Concordo al 100%. La chiesa dimostra e ha dimostrato di non essere cosi rispettosa della vita umana. Leggermente OFF TOPIC ma interessante per capire l’ipocrisia di cui parla Enrix :

Spaventati della veloce diffusione del ‘catarismo’ nel Sud della Francia, hanno deciso di circondare E AMAZZARE CITTA INTERE in cui c'era questa MINORENZA. Questa minoranza non era bellica ma aveva il solo torto di non pensarlo come il pontefice... Un piccolo estratto per quelli che ne dubitano :

http://www.mclink.it/personal/MH0077/LoSposoDivino/Sposo%20divino%201/Orioli_Eresia7_%20Catari.htm


(…)La prima città ad essere conquistata fu Beziers e ancora sconvolge l'esultante trionfalismo con cui i legati pontifici comunicano a Innocenzo III, conquistata la città, «poiché i nostri non guardarono a dignità o al sesso o all'età, in quasi ventimila furono passati per le armi», mettendo così tragicamente in atto il consiglio del monaco Amalrico di Clairvaux :
«Ammazzateli tutti, Dio riconoscerà i suoi». (…)

...Poi si fanno bei discorsi sull'Islam violenta per natura… I catari SI, I condannati a morte SI ma il povero cristo di Welby NO. Deve rimanere come un legume artificialmente in vita finche Dio lo decide cosi. Bouuuuu

13 dicembre, 2006 14:20  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Un anonimo ha detto...
comunque ti consiglio di cambiare radicalmente la tua visione delle cose oppure di chiudere sto blog perche'coi tuoi post non fai nient'alòtro di fare propaganda alla stupidita'"

SARA' BELLA LA TUA DI VISIONE DELLE COSE!

VISTO CHE IL MIO BLOG E' INCOERENTE E STUPIDO, CHE CI FAI ANCORA QUI?

13 dicembre, 2006 16:40  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Un anonimo ha detto...
falla girare sei democratico come tuttio quelli che dicono di esserlo e non lasciano liberi gli altri neanche di finirew il proprio discorso"

Ma soffri di qualche senso di frustrazione per caso?

13 dicembre, 2006 16:46  
Anonymous Anonimo said...

se non altro la mia visione delle cose ricalca maggioirmente la realta' rispetto alla tua

13 dicembre, 2006 18:49  
Anonymous Anonimo said...

i temi che proponi sono anche validi sono i tupi commenti che non condivido non capisco perche' non dovrei scrivere sol per il fatto che non sono d'accordo con te pensavo che ste cose non fosero neanche da spiegare

13 dicembre, 2006 18:52  
Anonymous Anonimo said...

vedi staff invece che rispondermi e smentirmi facendo un ragionamnto sei solo capace di fare dell'ironia abbastanza scontata o delle battute che non mi fanno neanche ridere

13 dicembre, 2006 19:03  
Anonymous Anonimo said...

completamente d'accrdo copn lesandro l'unica cosa e' che non so a quanto sarebbero effettivamente servite le staminali probabilmente per un possibile trapianto?

13 dicembre, 2006 19:05  
Anonymous Antonio said...

"Spaventati della veloce diffusione del ‘catarismo’ nel Sud della Francia, hanno deciso di circondare E AMAZZARE CITTA INTERE in cui c'era questa MINORENZA. Questa minoranza non era bellica ma aveva il solo torto di non pensarlo come il pontefice... Un piccolo estratto per quelli che ne dubitano"

Fai ridere i polli... lo sai cosa facevano i catari? Mi sa tanto di no... essi uccidevano i neonati e i vecchi per donargli la "vera vita", inoltre il papa stesso di quell' epoca aveva chiesto più clemenza verso i catari, ma la popolazione presa dal furor li ha massacrati tutti.

A me stanno sul cazzo quelli come voi che incolpano la Chiesa per ogni stronzata, siete solo dei poveri buffoni.

Inoltre non mi risulta che il Papa imponga qualcosa a qualcuno! Ci sono dei referendum democratici in cui decidere, e se uno la pensa come il Papa non vedo dove sia il problema.

Mi spiegate in che cazzo di situazione la Chiesa ha detto che vivere è sofferenza??? Mi sembra ovvio che una religione che considera la vita come il più grande dono non permetta che questa venga tolta. Il Papa ,come ho già riportato, non si è mai opposto a staccare la spina ad un povero disgraziato che non può vivere senza macchine...

Si è raggiunta la summa della stupidità con l' effetto domino di Dio e della bioetica nella scienza.
Io più che altro vede l' effetto domino di una società in cui va di moda essere anti-clericali senza aver mai letto varie fonti e aver affronatato con pensiero critico delle discussioni delicate. Inoltre l' etica e la religione non sono due cose inscindibili, se aprite un libro di storia della filosofia ve ne potete rendere conto.

Potrei continuare a difendere la mia posizione, ma sono stanco di continuare a discutere con chi non vuol sentire.

13 dicembre, 2006 22:20  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Un anonimo ha detto...
vedi staff invece che rispondermi e smentirmi facendo un ragionamnto sei solo capace di fare dell'ironia abbastanza scontata o delle battute che non mi fanno neanche ridere"

SAI, NON HO MOLTO TEMPO (COME TE) X RISPONDERE AD OGNI TUA PROVOCAZIONE!

13 dicembre, 2006 23:01  
Anonymous Anonimo said...

"l' etica e la religione non sono due cose inscindibili"

Quindi da questo presupposto, io che non credo nella religione non ho etica?
Medusa

14 dicembre, 2006 00:28  
Anonymous enrix said...

La frase di Antonio, significa esattamente il contrario di ciò che pare tu abbia capito, Medusa.

Se etica e religione non sono inscindibili, dunque sono scindibili.

Cioè possono esistere separatamente, esattamente come nel tuo modus vitae.

14 dicembre, 2006 08:26  
Anonymous Anonimo said...

beh se non hai tempo non dovresti averlo neanche per aggiornare il blog

14 dicembre, 2006 08:40  
Anonymous VitoBarese said...

Ave...
quoto al cento per cento antonio, al giorno d'oggi va di moda l'anticlericalismo, e tutti dietro alle mode come cagnolini...
Come già detto, la Chiesa esprime un'opinione, lo fanno tanti politici stolti non vedo perchè non lo può fare la Chiesa. Posso capire chi dissenta da questa opinione, ma non posso capire chi gliela vorrebbe togliere...e questo il concetto di democrazia?
Ah, poi sui catari...ma ha letto la data??? XII secolo, ma per piacere...

14 dicembre, 2006 10:09  
Anonymous Anonimo said...

beh la chiesa impone indirettamente il suo pensiero non lo esprme e basta.perche' se uno e'cattolico e'liberiossimo di decidere di non usufruire dell'eutanasia pero'deve lasciare liberi gli altri di poterne usufruire non e'che se l'eutanasia venisse legalizzata auomaticamente chi e'in condizioni gravissime verrebbe ucciso

14 dicembre, 2006 10:27  
Anonymous Anonimo said...

si tratta di lasciare decidere liberamente ad ognuno di fare cio'che vuole riguardo la propria vita mi sembra che su questo non ci sia neanche da discutere pero'si discute ancora di ste cose all'alba del 2007

14 dicembre, 2006 10:29  
Anonymous VitoBarese said...

Ave...
partendo dal fatto che non sono riuscito a capire quello che ha scritto l'anonimo dopo di me...
comunque, non siamo in una teocrazia in cui comanda la religione, siamo in una democrazia, quindi se ci sono certe regole e certe leggi è perchè lo vuole lo Stato e i suoi cittadini o la maggior parte di essi. Se fossimo vissuti in Iran avremmo potuto fare questi discorsi non qui. Il Papa e la Chiesa predicano, consigliano, non obbligano, perchè le leggi le fanno lo Stato e i cittadini (o i loro delegati) non la Chiesa. Spero di essere stato più chiaro.

14 dicembre, 2006 10:39  
Anonymous Normanno said...

Non sono specialmente anti-clericale... Mi riconosco in molti valori cristiani (molto meno in quelli tipicamente cattolici, pure se teoricamente...Capirai). E vero che si tratta di un episodio del basso medioevo dunque molto meno rilevante, come da me stesso precisato in preambolo.

Antonio, i catari erano decisamente gente con modi e usi stranissimi. Non mi sembra di aver detto il contrario. Pero, quello che dice :

"inoltre il papa stesso di quell' epoca aveva chiesto più clemenza verso i catari, ma la popolazione presa dal furor li ha massacrati tutti."

E storicamente sbagliato, almeno nella seconda parte degli eventi.

Va be'. Lasciamo perdere che non c'entra un granché con il tema.

14 dicembre, 2006 10:56  
Anonymous VitoBarese said...

Ave...
per normanno, ok, ho capito, non posso darle completamente torto.
Comunque come credo abbia capito, ho evidenziato che il post era off-topic, perchè se iniziamo a evidenziare gli spiragli di violenza iniziati dalle religioni non finiamo più. Certo potremmo iniziare anche ad elencare le varie opere di bene, ma penso che non basterebbe una giornata neanche per questo.

14 dicembre, 2006 11:06  
Anonymous Anonimo said...

Piergiorgio Welby viene trattato come nemmeno si fà con un animale. Se hà deciso di morire, pur essendo in possesso delle "facoltà mentali", vuol dire che soffre, una sofferenza che i suoi "oppositori" non riescono a comprendere minimamente. Che "vita" è la vita nel dolore che non smette mai? Siate Umani e concedeteGli questo Suo ultimo desiderio! Grazie

14 dicembre, 2006 11:14  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Un anonimo ha detto...
beh se non hai tempo non dovresti averlo neanche per aggiornare il blog"

Una cosa è aggiornare il blog, un'altra è leggere tutti i tuoi commenti e risponderti!

14 dicembre, 2006 14:10  
Anonymous Anonimo said...

minchia siamo messi bene se la maggior parte della gente la pensa cosi'

14 dicembre, 2006 16:10  
Anonymous Anonimo said...

si ma devi ammettere anche che il vaticano abbia una certo peso in questioni di un certo tipo tipo queste

14 dicembre, 2006 16:13  
Anonymous VitoBarese said...

Ave...
se il Vaticano influenza molte persone è perchè molte persone credono in quello che dice il Vaticano. Al giorno d'oggi tutti hanno sempre più bisogno di seguire ciò che dice qualcuno più intelligente, superiore o solo con la voce più grossa degli altri. Nessuno ragiona più con la propria testa, tutti hanno bisogno di avere dei pensieri già impacchettati da altri. Un esempio lampante è il blog di Beppe Grillo, lui è una persona intelligente, dice cose giuste accanto a enormi bestialità, ed è fortemente politicizzato. La maggior parte della gente, però prende per oro colato tutto ciò che dice il loro Dio Grillo.
Così è per la politica, così è con la religione. E' inutile prendersela con il Papa o con la Chiesa, se dicono qualcosa, è normale che abbiano certe posizioni. Ed è giusto che le abbiano, cosa pretendete che il Papa sia a favore dell'eutanasia, dell'aborto, del suicidio di tutto ciò che va contro la morale cristiana? Allora a cosa serve il Papa? Dovrebbe secondo voi predicare contro ciò per cui è stato creato?

14 dicembre, 2006 16:31  
Anonymous Anonimo said...

si ma non bisogna imporre il proprio pensiero alla gente anche se giusto petrche'ognuno sul proprio corpo e'libero di fare cio'che vuole

14 dicembre, 2006 18:40  
Anonymous Anonimo said...

"petrche'ognuno sul proprio corpo e'libero di fare cio'che vuole"

Sarebbe bellissimo, ma purtroppo non è così.
Oltre al fatto che hanno negato la possibilità a noi donne di ricorrere alla fecondazione assistita qui in italia (non entro in merito perche' se no tiro in ballo anche la chiesa e non si finirebbe più), facendo fallire miseramente il referendum più per ignoranza che per altro, vietano anche alle persone che soffrono ogni giorno della loro vita e che sono impossibilitate a darsi una sana revolverata alla tempia, di porre fine alle loro sofferenze.
Solo una parola: "RIDICOLO" e mi riferisco al discorso, e a nessuna delle persone che qui stanno parlando (giusto per precisare).
Medusa

14 dicembre, 2006 19:21  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Un anonimo ha detto...
si ma non bisogna imporre il proprio pensiero alla gente"

Ma perchè ti risulta che il Papa impone il suo pensiero?

Io non direi...

14 dicembre, 2006 23:42  
Anonymous Anonimo said...

a non diresti e allora perche' in sto paese non e'legale l'eutanasia la ricerca sugli embrioni ,non e'tollerata la droga ,la prostituzione e'illegale.e meno male che non impongono il loro pensiero alla gente e poi il solo indottrinamento che fa ai suoi adepti inevitabilmente si riflette in politica perche'gli adepti votano.certe cose,visto che tutte non e'possibile, dovrebbero andare regolamentate secondo il buon senso non secondo maggioranza

15 dicembre, 2006 09:14  
Anonymous Anonimo said...

la chiesa dicendo determinate cose influisce sulla politica quindi dovrebbe starsene zitta oppure se vuole parlare deve dire la verita'non le cazzate che le fanno comodo

15 dicembre, 2006 09:15  
Anonymous Anonimo said...

questo e'una vittima dei potenti mi sembra strano che al giorno d'oggi ci voglia cosi'tanto tempo per cercare una cura per sta malattia

15 dicembre, 2006 09:22  
Anonymous Anonimo said...

4000 anni fa riuscivano a calcolare misure astronomiche solo dalle ombre oggi col microscopio elettronico che riesce a vedere gli atomi e non so se tutti hanno ben presente cosa voglia dire ci si mette 20 30 40 anni per curare una malattia a me sembra un po'strano o ci stiamo rincretinendo al passare del tempo oppure c'e'qualcuno che toppa la ricerca scientifica

15 dicembre, 2006 09:24  

Posta un commento

Links to this post:

poisted

Crea un link

<< Home

Liste Civiche Nuovo Rinascimento
 

Google
Web falla-girare.blogspot.com
 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Giornalismo su BLOO.it

Bloggoteka

Blog-Show la vetrina italiana dei blog! ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale

Superba.it

SpazioLink.com>

Blogarama - The Blog Directory  

L'autore del blog NON si assume alcuna responsabilità sui contenuti dei commenti. I commenti ritenuti offensivi o non attinenti potranno essere cancellati. Per qualsiasi informazione: fallagirarestaff@yahoo.it