.:.:. FIRMA LA PETIZIONE PER LA LEGALIZZAZIONE DEL P2P .:.:. 

10 ottobre, 2006

Non giocate con il fuoco!













Corea del Nord

Lunedì 9 Ottobre 2006: alle ore 3:46 (ora italiana), in una miniera di carbone abbandonata, profonda circa 2.000 metri, situata nella regione di Hwadaeri sulla costa orientale nordcoreana a 300 chilometri dal confine con la Corea del Sud, deflagra un piccolo ordigno atomico di potenza compresa fra i 5 e i 15 kilotoni. Circa un quarto rispetto a quella sganciata su Hiroshima.

La potenza dell'esplosione provoca una una scossa di magnitudio 4,9 della scala Richter.

IL MONDO TREMA!

Il test nucleare eseguito dalla Corea del Nord allarma l'intera comunità internazionale che "condanna fermamente" l'esperimento:

Per l'ONU la posizione è netta: "ferma condanna" e l'annuncio di una "risposta forte e rapida". Ban Ki-Moon, designato quale successore di Kofi Annan alla guida dell'Onu, ha dichiarato che "i nordcoreani dovranno rispondere di tutte le conseguenze''.

Il direttore generale dell'Agenzia internazionale dell'energia atomica (AIEA), Mohamed El Baradei, ha definito il test nucleare condotto dalla Corea del Nord una "sfida grave non solo per l'Estremo Oriente ma anche per tutta la comunità internazionale".

Per gli USA l'esperimento "è una provocazione che sfida la volontà della comunità internazionale".

Per l'UE il test nordcoreano è "inaccettabile".

Per la Gran Bretagna "è un atto del tutto irresponsabile".

Per la Francia il test nucleare nordcoreano è un "atto di grande gravità per la sicurezza internazionale".

Secondo il il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier, la Corea del Nord "continua a sbagliare strada" e a dirigersi "verso un maggiore isolamento" internazionale.

Il premier russo, Vladimir Putin, ha condannato il test atomico di Pyongyang, considerato di "enorme pregiudizio" al regime di non-proliferazione nucleare.

Anche la Cina, questa volta, prende le distanze dalla Corea del Nord defindendo "oltraggiosa" la decisione di Kim Jongil di procedere col test.

Per il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, l'esperimento atomico compiuto dalla Corea del Nord è "un atto imperdonabile".

Per la Corea del Sud il test è "una provocazione inaccettabile".

Il premier australiano, John Howard, ha dichiarato: "la Corea del Nord si sbaglia seriamente se pensa che un test nucleare migliori la sua posizione contrattuale sulla scena mondiale".

L'India è "profondamente preoccupata".

Per il Pakistan è un avvenimento "destabilizzante" per la regione.

Per Israele "il test nucleare è un atto irresponsabile e provocatore che minaccia la stabilità del nordest dell'Asia e la sicurezza nel mondo".

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Mohammad Ali Hosseini, ha dichiarato che "l'Iran è fautore di un mondo senza armi nucleari".

E VOI?

QUAL E' LA VOSTRA POSIZIONE?

14 Comments:

Blogger Eliolibre said...

Non ci si può scandalizzare perchè un paese ha fatto un esperimento nucleare, bisogna scandalizzarsi per TUTTI gli ordigni nucleari. Non possiamo prendercela con il Presidente di un paese che detiene un ordigno nucleare, ma con tutti i Capi di Stato dei paesi che detengono ordigni nucleari. Sarebbe ridicolo dividere gli armamenti in democratici e non. Anche perchè finora chi USA armi di distruzione di massa sono proprio i paesi "democratici". Non possiamo essere così coglioni da continuare a farci prendere per i fondelli. Se siamo contro gli armamenti nucleari faremmo bene a fare una graduatori di chi li detieni, di quanti ne detiene, di chi li ha usati e li sta usando. E cominciare da lì, proprio da quelli che ora alzano la voce e che aggrediscono paesi con la scusa che detengono armi di distruzione di massa, salvo poi ricredersi e sostenere che se non li hanno, ne hanno le intenzioni. Siamo realisti e cerchiamo di capire chi veramente sta terrorizzando il mondo. Finiamola con le ipocrisie, il mondo sta diventando sempre più insicuro, violento e ingiusto, è compito delle persone oneste cercare e diffondere la verità. Senza timori riverenziali verso chicchessia. Chi sta terrorizzando il mondo è facilmente riconoscibile, non perdiamoci in inutili distinguo.

10 ottobre, 2006 12:15  
Anonymous K.Hiei said...

Scusa hai elencato più di 10 nazioni e le loro dichiarazioni ma...dov'è finita l'Italia?,è rimasta senza parole?
Comunque aldilà della povertà che regna in quel paese,non mi piace tutta quest'aria di condanna verso un paese che almeno all'apparenza fa una cosa"Quasi",normale come dei Test"Scientifici",insomma,non è che sta bombardando qualche popolazione inerme,sta solo affilando i suoi coltelli,non necessariamente significa che andrà a fare la guerra contro qualcuno(Perché sarebbe la sua fine,tutte le nazioni del mondo la schiaccerebbero in un paio di mesi,credo),non credo sia così stupido da provocare ancor di più il mondo con un attacco vero e proprio anche insignificante verso qualche paese vicino di scarsa rilevanza.

Con la crisi ecologica di oggi(Come il buco dell'ozono che si è parlato l'altro ieri),ci manca solo che facciamo divenire il nostro bel pianeta blu colore verde-brillante...

10 ottobre, 2006 12:22  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Caro eliobre,

io mi scandalizzo PER TUTTI GLI ESPERIMENTI NUCLEARI!

SIA CHIARO!

Ma l'atteggiamento del dittatore coreano è davvero da str***o.

Non trovi?

10 ottobre, 2006 13:26  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Ecco K.Hiei cosa ha dichiarato D'Alema:

ROMA - Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri Massimo D'Alema esprime la sua più viva condanna per l'esperimento nucleare condotto da parte della Corea del Nord e vivissima preoccupazione per le conseguenze di una tale inaccettabile provocazione, dalle implicazioni imprevedibili per la sicurezza della regione e della comunità internazionale".

10 ottobre, 2006 13:28  
Blogger Fallagirare.Staff said...

P.s. io comunque trovo giusta la condanna unanime della comunità internazionale!

10 ottobre, 2006 13:33  
Anonymous paolazzzi said...

Secondo me la condanna è giusta da parte di quei paesi che le armi nucleari non ce l'hanno, ma chi le ha non ha il diritto di criticare se gli altri le vogliono. Il disarmo deve essere totale, o tutti o nessuno. Perchè, ad esempio, gli USA non danno il buon esempio?

10 ottobre, 2006 18:23  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Caro Paolazzzi,

Perchè purtroppo c'è la concezione che gli USA sono "buoni" mentre gli altri paesi sono "cattivi"!

Ciao.

11 ottobre, 2006 10:37  
Anonymous enrix said...

Se mi permettete, io aggiungerei qualcosa.
La Corea del Nord si trova tra Cina e Corea del Sud.
Due paesi che negli ultimi anni hanno "scoperto" il mercato e si sono lanciati sul mercato. Che cosa produce il mercato? Produce profonde modificazioni sociali.
Produce illusioni e speranze in qualsiasi cittadino che con qulche idea ed un po' di volontà ha la possibilità di costruirsi una vita diversa da quella che riserva altro, a sè ed ai propri figli, null'altro che uno stato di schiavitù nei confronti di un regime e di un dittatore.
Due paesi liberi nel mercato, ed in fase di arricchimento, come Cina e Corea del Sud, rappresentano per la dittatura nordcoreana una "tenaglia" ideologica mortale.
Pare proprio che la reazione di quel dittatore sia rabbiosa, ed imperniata sul ricatto nucleare.
Lasciamo perdere quindi le solite tiritere sugli USA che han l'atomica ecc.ecc.
Quella è una situazione molto più critica, nelle mani di pochi esaltati.
Oppure qualcuno qui è così ipocrita da dirmi che negli ultimi 15 anni ha avuto i sonni turbati per le atomiche USA... ma dai!
Che sia immorale e pericoloso il fatto che esista l'ordigno nucleare in genere..D'accordo. Ma smettiamola, ogni volta che c'è un pericolo vero (l'ha detto anche d'Alema), di tirar fuori sempre sta storia: ma gli americani....

11 ottobre, 2006 13:36  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Si però l'atomica chi l'ha sganciata nella II Guerra Mondiale?

11 ottobre, 2006 14:06  
Anonymous enrix said...

Il primo lancio dell'atomica su Hiroshima?
Ti rispondo subito: l'ha ordinato gente che oggi non è più.
Defunti.
Quella bomba ha insegnato qualcosa a tutti. A chi ha ordinato il lancio(che oggi è morto da mo'), ai suoi figli ed ai suoi nipoti. A noi tutti.
Successivamente molte nazioni hanno effettuato test con ordigni nucleari.
Anche li abbiamo imparato qualcosa. Devastano l'ambiente. Provocano terremoti e maremoti, per anni a venire.
Quindi si son firmate le moratorie.
Praticamente tutti d'accordo han cessato di fare test.
Adesso però c'è questa dittatura coreana che pare insensibile a qualsiasi memoria storica, a qualsiasi moratoria ed a qualsiasi rispetto per l'umanità.
Quindi scusa, che diavolo c'entra un governo USA degli anni 40 (tutta gente ormai defunta) con questo problema, che invece è attuale?
Io vivo in un Comune di 3000 anime il cui governo ai tempi delle invasioni Napoleoniche, si alleò con Napoleone contro tutti gli altri comuni vicini. Per questo fu poi messo a ferro e fuoco quando Napoleone abbandonò l'Italia
Può essere sufficiente o secondo te debbo ancora pagare qualcosa per colpa di qualche mio quadrisavolo alleato di Napoleone?

Ragionando così, allora perchè non riservare anche un po' del nostro fegato anche per i tedeschi di oggi?
In definitiva, se gli americani han prodotto in fretta e furia la bomba atomica, e l'hanno utilizzata per primi, è anche perchè i loro avi tedeschi nazisti stavan facendo la stessa cosa, ed era determinante arrivar per primi....

11 ottobre, 2006 15:12  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Quindi in questo caso possiamo parlare di una corsa allo sgancio della prima testata atomica, giusto?

E' questo il tuo punto di vista?

11 ottobre, 2006 16:07  
Anonymous enrix said...

Non ho capito molto bene il senso della tua domanda.

Però ci sono dei fatti storici che non sono molto contestabili.

L'ideuzza di espandere i propri confini ai danni dei vicini (nel secolo scorso, non prima, se no cominciamo a parlare dei romani, dei macedoni, ecc...) fu di Hitler e di Stalin.
Hitler per raggiungere i propri obbiettivi iniziò ad arricchire l'uranio ed a produrre l'acqua pesante (come gli iraniani oggi), perchè i suoi scienziati gli prospettarono la possibilità di realizzare un ordigno che esplodesse, con incredibile potenza, sfruttando l'instabilità degli atomi di alcuni elementi radioattivi.

Gli americani se ne stavano buoni e tranquilli, e direi, anche un po' egoisticamente, non molto interessati a quanto avveniva in Europa, nè all'atomica, quando furono attaccati dai Giapponesi.
Tirati in ballo, gli USA dirottarono tutta la loro potenza industriale nella fabbricazione di armi, e diversamente possiamo dire che gli esiti della II guerra sarebbero stati molto più incerti.
Informati dei tentativi di Hitler di costruire la bomba atomica ci dettero dentro per arrivarci per primi, grazie anche all'apporto di alcuni scienziati italiani.
Hitler per fortuna tardò (ti dispiace?) grazie anche ad alcuni eroici partigiani che riuscirono in un attentato determinante a Telemark, gli USA no. A quell'epoca l'intiero mondo occidentale "tifava" USA nella costruzione della bomba. C'era tanta concitazione in questa cosa, e tanto fegato negli americani contro i Giapponesi, che una volta pronta, fu usata.
Fu l'errore più grave di un'intiera generazione. Ma a quei tempi non c'erano molti italiani, all'epoca della liberazione, scandalizzati più di tanto per la bomba su Hiroshima. Il vero orrore e la piena consapevolezza di cosa significava aver lanciato gli ordigni, arrivò dopo.
Quell'orrore scongiurò l'uso di altre bombe, anche se il rischio è sempre esistito. Il più grave fu quando i russi armarono Cuba di testate. Kennedy non accettò ed ordinò il lancio di bombe su Cuba.
I russi si ritirarono rapidamente per evitare il disastro.
Oggi sono i Coreani a minacciare il mondo.
I coreani minacciano il mondo, e tu te la prendi con gli Americani.
Scusa ma ribadisco: non ti seguo.
E' un po' stucchevole questo continuo pensare agli americani come ai responsabili di tutti i mali del mondo, anche quando non c'entrano assolutamente nulla.

11 ottobre, 2006 17:00  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"In definitiva, se gli americani han prodotto in fretta e furia la bomba atomica, e l'hanno utilizzata per primi, è anche perchè i loro avi tedeschi nazisti stavan facendo la stessa cosa, ed era determinante arrivar per primi.... "

Mi riferivo a questa parte del commento.

"I coreani minacciano il mondo, e tu te la prendi con gli Americani".

Io me la prendo con chi gioca con la vita delle persone!

Ed in questo tutto il mondo è chiamato in causa!

11 ottobre, 2006 17:59  
Anonymous enrix said...

D'accordo, ma mettila come vuoi, pensando bene alla posizione USA in questa faccenda, cioè se debbano interessarsene o meno, ed ancora cioè se debbano o meno partecipare ai negoziati ed alla programmazione delle sanzioni necessarie, io ritengo che per noi sarebbe comunque meglio di sì.
Se gli Americani dicessero una volta tanto, "fate un po voi" oppure "con i coreani vedetevela voi" oppure "facciano pure tutti i test che vogliono, non ce ne importa un fico secco. Anzi, lo facciamo anche noi, qualche nuovo test"....se gli americani assumessero un atteggiamento del genere (un po' come prima di Pearl Harbour), il mondo se lo meriterebbe.
E probabilmente agli USA converrebbe. Non certo a noi, però.

12 ottobre, 2006 17:36  

Posta un commento

Links to this post:

poisted

Crea un link

<< Home

Liste Civiche Nuovo Rinascimento
 

Google
Web falla-girare.blogspot.com
 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Giornalismo su BLOO.it

Bloggoteka

Blog-Show la vetrina italiana dei blog! ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale

Superba.it

SpazioLink.com>

Blogarama - The Blog Directory  

L'autore del blog NON si assume alcuna responsabilità sui contenuti dei commenti. I commenti ritenuti offensivi o non attinenti potranno essere cancellati. Per qualsiasi informazione: fallagirarestaff@yahoo.it