.:.:. FIRMA LA PETIZIONE PER LA LEGALIZZAZIONE DEL P2P .:.:. 

14 maggio, 2007

Uccidere per non morire!















Quasi un anno fa (l'11 Luglio del 2006) parlai dell'aborto, affermai quanto segue:

"L'aborto è un CRIMINE, è un OMICIDIO!"

Queste mie parole scatenarono un fiume di polemiche.

Molti mi dissero che ero un "FASCISTA-ANTIABORTISTA-SEO-ESTREMISTA-PROIBIZIONISTA".

Ci rimasi male, molto male!

Ma non per questo ho cambiato idea, anzi...

Io considero ancora l'aborto come uno dei peccati umani più gravi al mondo!

L'ABORTO PER ME RESTA UN OMICIDIO LEGALIZZATO!

Se poi vengo a sapere che l'aborto viene perpetrato anche per scopi economici, be' allora mi incavolo ancora di più: le cellule staminali embrionali, infatti, vengono utilizzate per trattamenti estetici, per rallentare il processo d'invecchiamento e per molte altre cose...

Non ci credete?

Leggete l'inchiesta del Corriere della Sera sul traffico di feti ucraino!

In Ucraina i feti vengono FATTI A PEZZI, vengono FRULLATI per infondere "vitalità" ai vecchi ed ai malati!

In Ucraina devi stare molto attento anche a partorire!

Ma non voglio andare oltre, voglio solo che leggiate l'inchiesta e prendiate atto della gravità dell'aborto!

21 Comments:

Anonymous capitan harlock said...

approvo totalmente senza nessun dubbio alcuno, anzi.

14 maggio, 2007 14:55  
Blogger normanno said...

"Ma non voglio andare oltre, voglio solo che leggiate l'inchiesta e prendiate atto della gravità dell'aborto!"

Francamente, mischi 2 cose che c'entrano poco o niente per convincere il lettore che l'aborto sia una cosa orribile... creando confusione.

La mia opinione sull'aborto è diversa dalla tua pero' ovviamente quello che succede in Ucraina non è la stessa cosa per niente! E ovviamente ORRIBILE.

Lo fai a posto per far girare la voce cristiana o veramente pensi che sia la stessa cosa?

14 maggio, 2007 16:15  
Blogger Fallagirare.Staff said...

L'aborto è sempre aborto, solo che in Ucraina è diventato un business!

Mischiare le due cose?

Quali?

L'aborto per me è un omicidio, sia venga fatto per scelta che per denaro!

Poi se tu sei per l'aborto, allora le cose cambiano!

Per te diventa legittimo uccidere un bambino, per me no!

14 maggio, 2007 17:45  
Blogger Fallagirare.Staff said...

E finiamola con questo atteggiamento contro la Chiesa!

Qui parliamo di diritti umani, forse ve ne dimenticate troppo facilmente!

14 maggio, 2007 17:48  
Anonymous Amedeo said...

la differenza tra un aborto per scelta e uno per lucro e la stessa che c'è tra un omicidio volontario e l'attività di un killer professionista...puramente teorica, nei fatti il risultato è il medesimo.

mi fanno pena le associazioni di idee che ricollegano un antiabortista al fascismo, mi abbattono i continui attacchi alla chiesa, come se fosse il male assoluto. farisei, ricordino le battaglie contro la schiavitù e la pena di morte...

da qui vorrei disprezzare pubblicamente l'ultima iniziativa politica di pannella, sciopero della fame contro la pena di morte...detto da uno che con emma-killer-bonino inneggiava all'aborto libero e gratuito...assume una connotazione tragico-trash-grottesco...

14 maggio, 2007 18:52  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Ecco, Amedeo ha capito il concetto!

Ora mi sento meno solo...

15 maggio, 2007 00:08  
Blogger normanno said...

Mi guardo bene di dare del fascista se uno non la pensa come me... sopratutto con casi di coscienza cosi ardui.

Questo detto, mettere sullo stesso piano un aborto se il feto ha malformazioni GRAVI o frutto di un stupro o se la madre è giovanissima cioè non abbastanza matura e non in grado di badare al bambino (14 anni per farti un esempio) senza sostegno familiare... e dire che equivale ai rapimenti/infanticidi di NEONATI che occorrono in Ucraina... Mi sembra una forzatura retorica. Tra l’altro, il termine aborto non si potrebbe neanche usare, secondo me, perché parliamo di neonati rubati alle loro madre… Cioè rapimento seguito da omicidio per sfruttare queste cellule per ricconi occidentali… Una cosa orrenda.

Poi ciascuno la pensa come vuole visto la complessità della problematica. Aborto o non aborto, la situazione rimane un dramma in entrambi casi per le donne colpite da tale scelta… e non sono una donna dunque non me la sento di gridare troppo al omicidio per un feto di pochi mesi… Non lo so.

Tutto qua. Con il massimo rispetto dovuto visto la reciprocità.

15 maggio, 2007 09:42  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Normanno non te la prendere, sei una persona molto intelligente ed hai tutta la mia stima!

Questo è solo un blog, ognuno è libero di pensarla come vuole ;)

15 maggio, 2007 10:50  
Blogger normanno said...

Non me la prendo assolutamente. Ci sono ben altre ragioni nella vita per arabiarsi sul serio :-)

15 maggio, 2007 12:16  
Anonymous Loredana Solerte said...

Fallagirare, la vita come la fortuna, è una sfera che rotola e tu ne sei attaccato su un punto. Alle volte ci si trova in cima alltre volte piu giù, altre ancora puoi ritrovarti completamente schiacciato. Non puoi giudicare, se la vita fino adesso ti ha sorriso e se soprattutto, non essendo donna, non ti ritrovi con addosso una responsabilità in più che neanche ti immagini.
Normanno ha scritto esattamente ciò che penso anch'io al riguardo.

16 maggio, 2007 15:24  
Blogger Fallagirare.Staff said...

E chi ti dice che non mi trovi già schiacciato dal mondo?

Il mio non è un giudizio, è un dato di fatto: CON L'ABORTO SI UCCIDE.

Ora mettila come ti pare, resta il fatto che milioni di bambini vengono gettati nella pattumiera senza che nessuno prenda in seria considerazione il loro diritto alla vita!

16 maggio, 2007 16:16  
Anonymous Loredana Solerte said...

Ammettiamo il tuo rispettabilissimo punto di vista, e cioà che l'aborto equivale ad un omicidio (dei più gravi, tra l'altro perché commesso nei confronti di un esserino totalmente indifeso.) Ci saranno pure donne che abortiscono senza porsi poi grandi problemi, ma generalmente l'aborto è un peso che dura tutta la vita. Tu credi che ogni donna che abortisce, abbia solo ed esclusivamente lei la responsabilità di tale gesto? Non credi che ne possano essere responsabili coloro che le stanno intorno?
Tu, fallagirare, te la sentiresti di aiutare tutte le donne a non abortire? E poi a coadiuvare quelle nuove madri nelle cure del piccolo nato?
Facile dire che laborto è un omicidio. Ma quando poi la cura per quel piccolo diventa impossibile, non è come ucciderlo comunque?
Sì, lo so. La Madonna ha accettato il "piccolo" in grembo nonostante fosse promessa ad un altro e nonostante sia lei che Giuseppe fossero decisamente poveri.
Ma le donne come me non sono la Madonna, e anche se per te, come per molti, dovrebbero ambire a una tale santità, purtroppo son meno eroiche.
Inoltre son pochissimi gli uomini che come Giuseppe, accettano di crescere un piccolo incondizionatamente, addirittura, anche se non dovessero esserne il padre biologico. E alla nascita a molti bambini, non viene data l'accoglienza e l'ammirazione che ebbe Gesù.

Fallagirare, te la sentiresti di salvare la vita a tutti i bimbi, aiutando incondizionatamente le ragazze che non abortiscono, a crescere e a curare i loro piccoli?
Se la Chiesa, come fai anche te, condanna l'aborto, dovrebbe allora assumersi la responsabilità pratica e reale di supportare quelle carenze che solitamente inducono una donna o una coppia ad abortire.

17 maggio, 2007 07:13  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Tu, fallagirare, te la sentiresti di aiutare tutte le donne a non abortire?"

Se avessi i mezzi economici sì!

17 maggio, 2007 11:04  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Intanto appoggio la scelta di quelle giovani ragazze che preferiscono NON abortire nonostante le difficoltà economiche e familiari.

Mi consenti almeno questo?

17 maggio, 2007 11:05  
Anonymous Loredana Solerte said...

Le ragazze (e anche le donne più mature) che nonostante le difficoltà economiche e familiari preferiscono non abortire son delle eroine.

Vorrei anche sottolineare l'importanza delle mamme che, nonostante diffiicoltà alle volte non indifferenti, si dividono fra lavoro, famiglia, casa.

Attualmente crescere un bambino può essere davvero pesante. Più rispetto e considerazione per le mamme. Offrire a una donna incinta il posto a sedere o la precedenza a una coda significa non considerarla debole ma delicata e preziosa.

Una donna non se ne fa nulla della galanteria di certi uomini al solo scopo seduttivo. Ogni donna desidera essere considerata e rispettata come donna e non solamente come femmina. È forse allora che è più facile che si trasformi in una Mamma migliore e particolarmente amorevole.

17 maggio, 2007 17:28  
Anonymous Anonimo said...

viva l aborto abbasso i cattolici bigotti!!

17 maggio, 2007 17:52  
Anonymous Loredana Solerte said...

Abbasso i commenti stupidi che pretendono di essere provocatori ma la cui unica reazione che provocano è meglio non dire.

17 maggio, 2007 21:05  
Blogger Medusa said...

Era per caso il vomito?
Medusa

18 maggio, 2007 01:36  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Credo di sì ;)

18 maggio, 2007 11:10  
Anonymous Loredana Solerte said...

pur essendo favorevole alla legalizzazione dell'aborto, trovo immorale scrivere o dire "viva l'aborto"

18 maggio, 2007 23:09  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Loredana lascia perdere certe persone.

L'ignoranza è una brutta bestia!

19 maggio, 2007 10:37  

Posta un commento

Links to this post:

poisted

Crea un link

<< Home

Liste Civiche Nuovo Rinascimento
 

Google
Web falla-girare.blogspot.com
 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Giornalismo su BLOO.it

Bloggoteka

Blog-Show la vetrina italiana dei blog! ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale

Superba.it

SpazioLink.com>

Blogarama - The Blog Directory  

L'autore del blog NON si assume alcuna responsabilità sui contenuti dei commenti. I commenti ritenuti offensivi o non attinenti potranno essere cancellati. Per qualsiasi informazione: fallagirarestaff@yahoo.it