.:.:. FIRMA LA PETIZIONE PER LA LEGALIZZAZIONE DEL P2P .:.:. 

12 maggio, 2007

Non strumentalizzate la famiglia!

Questo è quello che chiedo ai politici, ai laici, ai credenti!

La famiglia è una cosa seria!

Oggi dovreste essere uniti per difendere la perla della società: LA FAMIGLIA!




Per seguire in diretta le due manifestazioni cliccate qui.

18 Comments:

Blogger K.Hiei said...

Questa storia è un vero casino!,difendere la famiglia da cosa?,se si legalizzano le coppie di fatto non è che tutte le altre famiglie divengono illegittime,io personalmente sono d'accordo a legalizzare le coppie di fatto ma:

1 - Non si possono chiamare"Famiglia"
2 - Non possono avere gli stess diritti di una"Vera",famiglia

Inoltre penso che il governo dovrebbe preoccuparsi più dei problemi delle famiglie normali!

Inoltre #2
L'invasività della chiesa sta diventando veramente scocciante,la chiesa deve difendere i valori della famiglia ma deve rendersi conto che un governo(Come il nostro),è in linea teorica Laico e deve prendere decisioni a prescindere quello che pensa la chiesa...che invece sta volutamente facendo pressione politica,dove è finita l'umilità?

14 maggio, 2007 09:33  
Blogger Fallagirare.Staff said...

A mio avviso i DICO non occorrono.

Il codice civile comprende molte leggi utili alle coppie di fatto!

Forse potrebbero essere ampliate queste leggi, modificate, ma non è possibile chiamare FAMIGLIA una coppia di fatto!

E poi se non si è religiosi esiste sempre il matrimonio civile, no?

14 maggio, 2007 11:11  
Blogger normanno said...

Concordo con K.Hiei. Sta diventando veramente un spettacolo strano. Sopratutto per me abituato alla laicità TOTALE (e sicuramente un po' eccessiva) dalla Francia. Gli unioni di fatto esistono ormai quasi dappertutto... e le famiglie campano spesso meglio in questi paesi...

Che ci capiamo bene. Non stanno meglio perché ci sono le coppie di fatto... Ma perché sono AIUTATI DALLO STATO! Un padre in Swezia può prendere oltre 6 mesi essendo pagato 70% dallo stipendio per occuparsi dal neonato.

Tutta proporzione guardata, questa manifestazione mi ha fatto pensare un po' a quello che succede la Turchia... dove un milione di turchi si sono radunati per i valori laici di Attatürk contro il pericolo (reale) dall'islamismo.

L'anticlericalismo non un riflesso intollerante e dunque non auspicabile… pero’ l'atteggiamento della IERARCHIA cattolica spinge tante persone su questa strada. Meccanismo di difesa.

14 maggio, 2007 11:18  
Anonymous amedeo said...

sono contrario profondamente ai dico, così come proposti oggi.
intollerabile che una coppia si formi e sciolga con delle raccomandate.

sono convinto che le coppie di fatto non vadano riconosciute. Le coppie che vogliono accedere allo status legale, nella giurisprudenza italiana posseggono già gli strumenti necessari, il matrimonio. non vedo perchè crearne di nuovi, dato che il non usare quelli esistenti è una loro scelta.

discorso a parte per le coppie gay. Trovo giusto che esista un forma legale che rappresenti la loro unione, oggi non dispongono di questi possibilità e va loro data quanto prima, senza però far assumere ad una coppia omosessuale (non chiamiamole coppie gay...) lo status giuridico di famiglia, poichè mancano i presupposti positivi...

14 maggio, 2007 18:59  
Anonymous Loredana Solerte said...

Scusatemi, con tutto il rispetto per chi ha famiglia e soprattutto per chi ci crede davvero, ma per me, questo Family Day è stato il tripudio dell'ipocrisia.

x fallagirare

che siano DICO o che siano leggi ampliate e modificate, di sicuro qualcosa va fatto per tutelare chi ha sacrificato gran tempo della propria vita per un gruppo di persone (il più delle volte composto da madre, padre e figli nessuno dei quali omosessuali ma che tu, fallagirare, ti arroghi il diritto di non considerare famiglia sol perché non sposati né religiosamente, né civilmente.)

Secondoo te, fallagirare, un uomo e una donna che convivono da anni e che hanno pure figli, non possono quindi essere ritenuti facenti parte di una famiglia? Avresti il coraggio di dirlo a un bambino che quelli che lo accudiscono non fanno parte della sua famiglia?

La famiglia è un'istituzione principalmente naturale. Secondariamente è religiosa e legale.

Completamente in disaccordo con amedeo.

16 maggio, 2007 15:13  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Mmmm ma perchè tutta questa rabbia cara Loredana?

Una domanda: hai due madri o due padri?

16 maggio, 2007 16:18  
Anonymous Loredana Solerte said...

leggi rabbia nel mio commento?
Ma la mia non è rabbia, è disapprovazione per coloro che hanno sfilato in prima fila per questa manifestazione evidentemente strumentalizzata. A me non è piaciuta la partecipazione da parte di personaggi politici che si ergono a paladini della famiglia quando invece hanno avuto più mogli e innumerevoli amanti.

Per quanto riguarda me, fallagirare, i miei genitori non hanno mai divorziato ne ho vissuto con altre persone oltre i genitori e mio fratello. Forse non mi sono espressa bene, ma nel mio commento io mi riferivo a tutte quelle innumerevoli famiglie con prole dove il padre e la madre (entrambi tranquillamente eterosessuali) non hanno mai contratto matrimonio di alcun tipo. In questo caso, padre e madre formano "una coppia di fatto" ma che (secondo la tua affermazione nel precedente commento) non è possibile definire FAMIGLIA.
Ecco, trovo assolutamente ingiusta e inesatta questa affermazione

16 maggio, 2007 22:11  
Anonymous Anonimo said...

viva il family gay

17 maggio, 2007 17:53  
Anonymous Loredana Solerte said...

Caro anonimo, per me famiglia è qualunque gruppo di persone in cui ci si vuole bene, ci si aiuta a vicenda e con le quali si vive. PUNTO.

17 maggio, 2007 20:59  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Ok, ora ho capito meglio.

Be', guarda che anche i miei genitori sono stati parecchi anni insieme senza essere sposati.

Resta il fatto che per me formavano lo stesso una famiglia, con o senza matrimonio.

Per due gay la cosa differente (almeno per me).

E' giusto riconoscere dei diritti a queste coppie, ma non chiamiamolo matrinomio.

Questo è il punto.

Ma a te piacerebbe vedere che tra 20 anni tuo figlio non sappia distinguere tra la classica famiglia, quella formata da un uomo ed una donna, da quella composta da due lesbiche o da due gay?

A me l'idea non piace x niente!

E poi, dopo il matrimonio, cosa pretenderanno?

Te lo dico io: l'adozione!

Tu sei d'accordo anche su questo punto?

18 maggio, 2007 11:21  
Anonymous Loredana Solerte said...

caro fallagirare
secondo me tutto nasce dal timore errato degli omosessuali che possano essere pedofili.

I pedofili vanno coi bambini. In genere non gli importa quale sia davvero il loro sesso (che tra l'altro non è poi così marcatamente definito come negli adulti). L'aver scoperto, in passato, uomini andare coi ragazzini ha creato la convinzione che i pedofili siano degli omosessuali che non potendo trovare facilmente adulti consenzienti, si sfogano violentando i ragazzini. L'omofobia secondo me deriva da questo timore.
Ma sappiamo bene, e la cronaca recente ci dà conferma, esistere padri che non solo abusano della figlioletta ma addirittura la vendono per pochi spiccioli. Gli omosessuali non sono necessariamente come quello sciagurato di Aldo Busi che un giorno dichiarò come se fosse niente, che è normale avere in famiglia uno zio o un nonno che ti palpi da piccolo.

Vedi, fallagirare, se il caso di quella ragazzina prostituita dal padre non fosse mai venuto alla luce, nessuno avrebbe pensato di dover togliere a quel mostro la patria potestà.

Mentre invece si continua a temere qualunque omosessuale, non riuscendo a convincerci che quest'ultimo possa avere una sensibilità ed un altruismo eccezionali e di conseguenza essere anche un genitore eccezionalmente valido.

18 maggio, 2007 16:37  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Il mio discorso non è strettamente legato alla pedofilia.

La mia è una paura ideologica-educativa: ti sembra normale far crescere dei bambini a due persone dello stesso stesso?

A me l'idea di essere cresciuto da due padri (o da due madri) non sarebbe piaciuta affatto!

18 maggio, 2007 17:50  
Anonymous Loredana Solerte said...

Un bambino ha solo bisogno d'amore. Io credo che quella bambina prostituita dal padre preferirebbe mille volte aver come tutori una coppia di omosessuali anziché tal padre.

Gli omosessuali possono essere persone davvero splendide, gli eterosessuali possono essere persone infimamente deprecabili.
Essere omosessuali non significa adottare atteggiamenti alla gaypride.
E ad ogni modo non credo che il problema stia nella richiesta di possibilità adozione da parte dei gay (mi sembra che richieste del genere siano abbastanza esigue).
Il problema principale sta nel considerare FAMIGLIA solo quei gruppi formati da coppia eterosessuale e prole. Ma le coppie sterili pur essendo eterosessuali, allora, non sono FAMIGLIE?
Una famiglia è tale solo se ci sono padre, madre e figli? E il mio stato di famiglia che risulta composto da nonna, mamma, e figlia cos'è? di colpo non è una famiglia perché non risultano figure maschiili, né soprattutto una coppia?

Allora mia figlia non ha una famiglia perché il padre con il quale ho divorziato (ma che poteva essere mancante per cause ancor più gravi), abita in un'altra casa?
A me queste affermazioni fanno arrabbiare, a mia figlia con la quale ne ho parlato, fanno sorridere ed esclamare: che discorsi scemi!

(mia figlia ha solo 11 anni)


comunque il family day mi sembra nasconda piuttosto la paura del family gay del nostro anonimo. Ma dopo il caso Crimen Solicitationies con quale faccia ci si può ergere a paladino dei valori della famiglia?

Come si fa a condannare gli omosessuali paragonandoli per di più ai pedofilii, quando poi da quel pulpito (ed è proprio il caso di dirlo) vengono fuori i peggiori pedofili e la maggiore concentrazione di omosessuali? La confusione fra omosessualità e pedofilia, la confusione in genere su tutta la sessualità, sembra concentrata proprio fra coloro che da anni vietano e colpevolizzano qulaunque forma di sessualità che non è destinata alla procreazione. È davvero un giro perverso. In tutti i sensi.


che poi una coppia di omosessuali non possa esssere unita in un matrimonio perché nella parola matrimonio è contenuta la parola mater… mi sembra solo una precisazione da cultori delle parole e delle loro origini.


su

http://fantasticiquattro.blogspot.com/

ci sono delle osservazioni interessanti in proposito.

18 maggio, 2007 20:05  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Io credo che quella bambina prostituita dal padre preferirebbe mille volte aver come tutori una coppia di omosessuali anziché tal padre".

E' un esempio estremo, ci credo che preferirebbe una coppia di omosessuali!

E comunque io non condanno i gusti sessuali della gente, ma la loro ideologia (se così possiamo definirla).

Per me la normalità della famiglia consiste nel vedere una coppia di sesso diverso generare dei figli e crescerli nel miglior modo possibile.

Tu, cara Loredana, la vedi diversamente.

Per te famiglia etero o omosessuale non fa differenza.

Ma tu sei una persona già caratterialmente formata, con dei valori ben consolidati.

Per un bambino, invece, la cosa si fa seria.

Capisci dove voglio arrivare?

18 maggio, 2007 21:47  
Anonymous Loredana Solerte said...

Sì. Tu pensi che l'esempio di due genitori omosessuali possa generare in un minore la possibilità che quest'ultimo diventi a sua volta omosessuale. E probabilmente magari è così (ma non ho alcuna competenza di psicologia). Però ho letto che spesso molti uomini diventano omosessuali per un eccessivo amore per la propria madre a discapito del padre, e che una volta diventati adulti non desiderando "tradire" la propria mamma amando un altra donna, proiettano le proprie attenzioni sessuali verso gli uomini.
(Ho letto in pasato qualcosa di Freud sulla personalità di Leonardo da Vinci e sulla sua omosessualità)

18 maggio, 2007 22:15  
Anonymous Loredana Solerte said...

Pare anche che un uomo manifesti omosessualità pure se la madre ha degli atteggiamenti particolarmente autoritari.
Ad ogni modo, io ritengo che fra una coppia di criminali eterosessuali che insegnano al proprio figlio a delinquere (e ce ne sono davvero tanti) e una coppia di omosessuali con valori morali e sociali non ci sarebbe nemmeno bisogno di discutere su chi possano essere degni genitori.


Il pericolo è che il figlio diventi omosessuale a sua volta? Ma è così grave essere omosessuale? Perdonami la battuta, ma in fondo vista la sovrappopolazione mondiale, ciò non è poi una cosa così negativa.

18 maggio, 2007 22:31  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Il pericolo è che il figlio diventi omosessuale a sua volta? Ma è così grave essere omosessuale?"

Grave no, ma neppure naturale!

19 maggio, 2007 10:39  
Anonymous Loredana Solerte said...

fallagirare mi fai sentire una cattivona che ti toglie le illusioni.


Mai avuto animali? A parte il fatto che proprio la natura è piena di esempi di omosessualità (delfini), ermafroditismo (lumache) e altri comportamenti sessuali "bizzarri", allora, se proprio bisogna fare ciò che vediamo in natura, sarebbe anche giusto l'incesto e lo stupro.
Ma se l'uomo crede davvero di essere superiore per intelligenza e civiltà, dovrebbe fare a meno di certe pratiche che non hanno senso e resterebbero pura cattiveria nella società moderna.

19 maggio, 2007 15:23  

Posta un commento

Links to this post:

poisted

Crea un link

<< Home

Liste Civiche Nuovo Rinascimento
 

Google
Web falla-girare.blogspot.com
 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Giornalismo su BLOO.it

Bloggoteka

Blog-Show la vetrina italiana dei blog! ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale

Superba.it

SpazioLink.com>

Blogarama - The Blog Directory  

L'autore del blog NON si assume alcuna responsabilità sui contenuti dei commenti. I commenti ritenuti offensivi o non attinenti potranno essere cancellati. Per qualsiasi informazione: fallagirarestaff@yahoo.it