.:.:. FIRMA LA PETIZIONE PER LA LEGALIZZAZIONE DEL P2P .:.:. 

28 settembre, 2006

Robin Prood


















Guarda cosa mi tocca dire!

Per una volta Mastella ha detto la cosa giusta: "Se la Finanziaria è per azzannare i presunti ricchi, vale a dire il ceto medio, noi non la votiamo, neanche con il voto di fiducia. Chiunque pensi all'esproprio proletario della presunta categoria dei ricchi troverà la nostra ferma opposizione".

IO CONCORDO!

Innalzare l'aliquota Irpef al 45% per i redditi al di sopra dei 70.000 euro mi sembra davvero troppo!

Con un reddito di 70.000 euro l'anno non si può affermare di essere ricchi.

Certo, non si è neppure poveri, però mi sembra davvero ingiusto per quelle persone che SI FANNO UN "MAZZO" TANTO!

Anche i "presunti" tagli sulla scuola mi lasciano perplesso.

La nuova finanziaria porterebbe addirittura alla chiusura di 7-8 mila plessi scolastici. Questo mossa graverebbe sulle già insufficienti strutture scolastiche dei piccoli paesi.

Vi sembra giusto?

Il diritto all'istruzione è SACROSANTO!

46 Comments:

Anonymous K.Hiei said...

La chiusura delle scuole è un chiaro segno che questo governo vuole che la nuova generazione sia come quella che c'è al governo(...)

28 settembre, 2006 15:16  
Blogger Fallagirare.Staff said...

E' un chiaro segno che lo Stato se ne frega dell'istruzione!

28 settembre, 2006 16:01  
Anonymous francese in Italia said...

Il tuo post è un chiaro segno che hai mentito!! Pretendevi di non avere una lira e adesso difendi i redditi superiore a 70 000 euro!? Sai, 70 000 euro vuol dire quasi 6000 euro/mese! Non mi sembra la definizione del ceto medio o non ho capito le statistiche al riguardo degli stipendi italiani (1200 euro, dimmi se mi sbaglio).

Se si intende 70 000 per una nucleo familiale, la mia conclusione è diversa ovviamente.

Per il budget della scuola, è un brutto segnale.

28 settembre, 2006 17:16  
Anonymous Lou Mogghe said...

Ciao Falla Girare,
per quanto riguarda la chiusura dei plessi scolastici, sono d'accordo con te che è inaccettabile, per quanto riguarda l'innalzamento dell'aliquota irpef no. In fin dei conti stiamo parlando di circa 100 euro in più l'anno (se non sbaglio). Non credo che sia un' ingiustizia. Invece io credo che ancora una volta Mastella ha dimostrato di essere il peggior ministro di questo governo.
Ti mando un saluto.

28 settembre, 2006 18:03  
Blogger Andrea said...

Chi ha un reddito inferiore a 70.000 euro TENDENZIALMENTE sarà d'accordo, gli altri ovviamente storceranno il naso. Finchè si ragionerà così, non si uscirà mai da questa empasse socio-economica.

28 settembre, 2006 18:32  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Pretendevi di non avere una lira e adesso difendi i redditi superiore a 70 000 euro!? Sai, 70 000 euro vuol dire quasi 6000 euro/mese!"

Scusa francese, ma cosa c'entro io con quello che stiamo dicendo?

Io mentire?

Ma tu pensi che il mio reddito sia di 70.000 euro?

SCHERZI?

La tua allusione è inappropriata.

Il mio era solo un punto di vista.

E bada bene che anche se non rientro nel reddito dei 70.000 euro annui HO SEMPRE IL DIRITTO AD ESPRIMERE LA MIA OPINIONE!

OPPURE NO?

E poi, per esempio, ti sembra giusto che un direttore di banca, laureato, con tanti anni di duro lavoro alle spalle, debba vedersi portare via i frutti del suo lavoro solo perchè un operaio prende 1200 euro?

E' DA PAZZI!

A questo punto diventiamo tutti operai, no?

28 settembre, 2006 23:54  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Caro lou mogghe,

stiamo parlando di 70.000 euro l'anno e non di 100.000!

Ciao.

28 settembre, 2006 23:56  
Anonymous Anonimo said...

....caz perchè gli altri non si fanno il mazzo... che ragionamento del cazzo e' collione

29 settembre, 2006 01:32  
Anonymous Lou Mogghe said...

Ciao fallagirare,
scusami però non ho capito la risposta del commento: lo so che stiamo parlando dell'aliquota irpef per i redditi oltre i 70.000 euro, anche perchè quella per i redditi di oltre 100.000 era già al 43%. Però io affermavo che chi è interessato da questa legge, dovra pagare in più rispetto ad adesso circa 100 euro in più, quindi non mi sembra un sacrificio per uno che guadagna 5.000/6.000 euro al mese.

29 settembre, 2006 01:44  
Anonymous beppe said...

caro staff.
mi dici quanti laureati abbiamo in italia,disoccupati o con redditi inferiori a 1200 al mese e fanno
L'OPERAIO?

29 settembre, 2006 09:44  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"[...]quindi non mi sembra un sacrificio per uno che guadagna 5.000/6.000 euro al mese"

Caro lou mogghe,

come non ti sembra un sacrificio?

Ma stiamo scherzando?

Scusa, ipotizza di avere un reddito pari a 70.000 euro l'anno.

Toglici il 45% di tasse.

Quanto ti rimane?

TI RIMANGONO 31.500 EURO!

38.500 euro di tasse non ti sembrano troppe?

Ciao.

29 settembre, 2006 10:31  
Blogger Fallagirare.Staff said...

P.s.

"[...] anche perchè quella per i redditi di oltre 100.000 era già al 43%"

E comunque applicare il 45% di tasse su 100.000 euro è una cosa, applicarne 70.000 euro è un'altra!

29 settembre, 2006 10:33  
Blogger Fallagirare.Staff said...

....caz perchè gli altri non si fanno il mazzo...

MA TORNA A SCUOLA!

29 settembre, 2006 10:34  
Anonymous enrix said...

Ragazzi, ieri non potevo intervenire perchè quando inviavo un post mi saltava la connessione. Saranno le spie della Jihad che mi hanno messo in qualche black-list e mi sabotano il PC, perchè i miei antivirus urlano come vampiri assetati. Però qui devo intervenire, come chiamato direttamente in causa.
INFATTI ECCOMI QUI: IO SONO UNO CON UNA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DA 121.000 (avetelettobenecentoventunomila) euro (L'ANNO SCORSO).
Non sono qui per lamentarmi delle aliquote di Prodi (tanto 2 o 3 o 4 punti in più, a questo punto è tutto semplicemente kafkiano), ma per raccontarvi come vive un imprenditore con una denuncia da 121.000 euro.
Intanto vediamo da cosa deriva questo importo dichiarato in denuncia. Io sono proprietario di una società di persone (con mio fratello) ed alla fine dell'anno percepisco i profitti dell'azienda, dove lavoro da 12 a 14 ore al giorno (c'è qualche dipendente dello stato che vuol competere con me sull'orario?).
Siccome io non faccio falsi o "nero", perchè vivo ed opero in modo trasparente (mi piace così), scrivo sulla denuncia tutto quel che devo scrivere, e cioè:
Euro 52.000: utile percepito dall'azienda
Euro 69.000: costi indetraibili della mia azienda che, essendo società di persone, compaiono sulla mia denuncia come reddito.
TOTALE REDDITO: 121.000

Fermiamoci un attimo, perchè forse non avete capito bene la faccenda dei costi indetraibili.
Molto semplice, quando Visco ha inventato l'IRAP (che come è noto è una tassa annuale sui costi, cioè tanto pago ai dipendenti ed alle banche, tanto devo versare allo stato), ha decretato che fosse indetraibile. Quando un costo è indetraibile, nel momento in cui lo paghi lo devi segnare sulla denuncia dei redditi come profitto. Tout-court. Avete capito bene? Io pago 69.000 euro allo stato di IRAP, e nello stesso tempo lo segno sulla denuncia come reddito, anche se anzichè averlo preso, l'ho pagato (potenza della fantasia di un ministro!). Così ci pago sopra l'IRPEF, cioè una tassa sulla tassa.
Quindi torniamo a noi.
Con un reddito di 121.000 euro dunque io dovrei versare allo stato il 43%, e cioè 52.030 euro,
Però io "fisicamente" mi ero messo in tasca soltanto 52.000 euro.
Quindi io lavorando un anno come un negro, resto semplicemente con un debito di 30 euro verso lo stato. E come mangi, direte Voi?
Semplice: per fortuna c'è mammà!
Naturalmente io, nonostante queste denunce dei redditi "da ricchi", come le chiama il ministro Ferrero, che evidentemente era scarsino in matematica, sono 10 anni che non verso una lira per un mio fondo pensioni (nè pubblico nè privato), perchè non ho altro che debiti.
Per cui ci ho pure guadagnato un'ispezione dell'INPS, stupita che io non versassi. Naturalmente se ne sono andati con la stessa bassa e chiedendomi scusa, quando gli ho spiegato che per versare bisogna averceli.
Ecco come vive oggi un ricco imprenditore.
Vi consiglio pertanto un posto in posta, oppure in banca, che con 1200-1300 euro al mese (veri però, non finti) si sta benissimo, ve l'assicuro!.

29 settembre, 2006 13:39  
Anonymous francese in Italia said...

Non ti scaldare che stavo scherzando. Pero, un reddito di 70 000 non puo essere qualificato come ceto medio ma alto-medio, DAI! Mastella dicendo cosi manca di rispetto al vero ceto medio che fatica ad arrivare a fine mese.

Sai bene che lo stipendio non riflette ne la bravura di una persona NE le sue qualificazioni... Guardi certi calciatori che non sono neanche andato a scuola... e che gadagnano lo stipendio annuale di un operaio ... ogni giorno. La scala dei valori e dei stipendi non gira bene caro "falla girare". L'impiegato si è molto impoverito (potere d'aquisto dimezzato) e molti commercianti arricchiti con l'Euro (scusate la semplificazione). In generale, Il divario tra ricchi e poveri è aumentato MOLTISSIMO con Berlu. Ora, il governo prova di colmarlo un po'. Non c'è da scandalizzarsi.

29 settembre, 2006 13:58  
Anonymous francese in Italia said...

Enrix, impressionante il lato bizantino della fiscalita! Pagare per soldi che non hai intascato. Il modo di calcolare è sbagliato

29 settembre, 2006 14:04  
Anonymous enrix said...

La cosa grave, caro francese in Italia, è che tutti i redditi da lavoro autonomo in Italia sono sfalsati dagli oneri indetraibili (es: anche il cellulare aziendale è in parte indetraibile). Non c'è lavoratore autonomo o imprenditore che non abbia la denuncia dei redditi sfalsata da questi "bizantinismi" dell'on. Visco & Co. (non una sola tassa indetraibile, che è roba immorale, è stata emanata dal precedente governo)Cioè state certi che se un autonomo denuncia 80.000 euro di reddito, in realtà ne ha incassati si e no la metà. Pertanto con l'irpef il suo reddito diventa negativo. E' questo che la gente non vuol capire. Il termine bizantinismo è appropriato nonchè simpatico. Io li chiamo più volgarmente furti o grassazioni.
La cosa più deprimente poi, per il sottoscritto, è sentirsi dire da un impiegato che lui almeno le tasse le paga, e che io sono un ricco evasore, mentre sto versando il 110% di quello che ho guadagnato.

29 settembre, 2006 15:43  
Anonymous enrix said...

Ach, scusate se intervengo nuovamente, tanto da sembrare prolisso. Ma a proposito di costi indetraibili, quessta me l'ero dimenticata, e ve la devo proprio raccontare. E' bello essere documentati sulle ultime novità del mondo dei comici.
In un recente decretino (quello "salvaanas", per intenderci) i ns. eroi Visco e Bersani hanno inserito una di quelle norme degne dei migliori Magnus & Bunker (gli autori del fumetto Alan Ford e Gruppo TNT).
Per ridurre del 30% la detraibilità per le aziende degli investimenti immobiliari (vedi: capannoni, magazzini, uffici...ecc...) i ns. baldi hanno sancito, per decreto, che il 30% per l'appunto di un immobile non è più inseribile nei costi di un'azienda, e quindi non è detraibile. Quindi se compri un terreno con capannone che costa 100, scarichi 70 e su 30 paghi 12,9 ca. di irpef allo stato. Quindi il tutto viene a costare 112,9.
E come hanno giustificato questa ennesima rapina? Semplice. Per legge dorinnanzi il 30% del valore di un immobile è da assegnarsi al terreno (anche se si tratta di ufficio al 40esimo piano) e solo il restante 70% ai fabbricati.
E perchè l'acquisto di un terreno non dovrebbe rappresentare un costo e quindi non essere detraibile?
Altrettanto semplice.
Un terreno italiano, ci illustrano i ns. illuminati governanti, non è mai propriamente un "terreno" ma bensì, per i ben noti fenomeni geologici di stratificazione, formazione e di millenaria modifica, non può classificarsi se non come banale "sedìme".
E non mi vorrai mica considerare detraibile un "sedìme"!
Solo un efferato evasore potrebbe osare di ipotizzare come un costo aziendale l'acquisto di un "sedìme"!
Vergognamoci!
E bravi Visco e Bersani, per averci rammentato che questo su cui noi cerchiamo di sopravvivere non è altro che un gigantesco "sedìme".

29 settembre, 2006 15:55  
Anonymous francese in Italia said...

Ci sara una fuga di capitale se vano avanti con queste mincchiate.
controproducente. C'è un debitto da colmare ma queste considerazioni metafisiche per far pagare di piu li discreditano.

29 settembre, 2006 16:43  
Anonymous Lou Mogghe said...

Ciao Falla Girare,
quasi sempre mi trovo in accordo con te, però non stavolta, ho eseguito qualche conto rapido:
per esempio un’ insegnate guadagna circa 25.000 euro lordi annui, l’aliquota irpef applicata è del (non ricordo con esattezza se 31% o 33%) 33%, quindi alla fine dell’anno il nostro insegnante si ritrova con uno gruzzolo di 16.750 euro. Il lavoratore che percepisce 70.000 euro lordi annui, con la precedente aliquota del 38% si trovava con 43.400 euro, con l’attuale legge 39.900.
Partendo da queste cifre, il lavoratore del “ceto medio” (come viene definito) non credo che si trovi in ristrettezze economiche. Inoltre se eseguirai una semplice proporzione matematica, vedrai che il tasso del 43% sugli stipendi oltre 70.000 euro è il medesimo del 33% sugli stipendi da 25.000. Infine si sapeva già preventivamente che gli italiani, a causa del mal governo precedente, sarebbero stati soggetti a qualche sacrificio, quindi alla luce delle cifre sopra citate, rimango fortemente convinto che sia giusto che qualche soldo in più lo paghi chi può.
Ti mando un saluto.

29 settembre, 2006 17:32  
Anonymous enrix said...

Mi piacerebbe che qualcuno spiegasse a questo povero incompetente (cioè a me stesso) in che cosa, in materia economica, il governo ha governato male. Al di là dello slogan populistico del centro sinistra che "non si arriva più alla fine del mese con lo stipendio", intendo dire. Questa frase non significa nulla, perchè negli ultimi anni c'è anche stata una corsa al consumo tecnologico ed una crescita di certi prezzi (es: telefonini, tv satellite, carburanti, ristoranti) per i quali il governo non ha nessuna colpa e sui quali il cambio lira-euro ha prodotto un effetto di errata valutazione dei costi da parte dei consumatori. Perchè vedi, caro Lou Mogghe, se mi dici che il governo precedente ha emanato una legge scellerata sulla droga (legge Fini), ti do' ragione al 200%. Questo è un esempio di malgoverno, certamente. Ma in materia economica vorrei che mi si spiegasse qual'è stata la legge sbagliata. Il tasso d'inflazione è rimasto entro un indice comune a tutti i paesi d'europa. Le aziende hanno investito moltissimo ed i frutti si vedono con i recenti incrementi parecchio rilevanti del PIL. Nessuna tassa è aumentata (anzi sono tutte diminuite, di poco, ma diminuite). Salvo la benzina e le sigarette. (la benzina non dipende dal governo, e le sigarette han fatto bene).La disoccupazione ha raggiunto il minimo storico, ed è fra le più basse d'europa. Resta l'ultima ancora. L'ultimo slogan del centro sinistra. Il presunto dissesto del bilancio dello stato, per carenza di entrate. Sbagliato anche quello. la sinistra si era appena insediata al governo e tuonava al dissesto ed al disastro, che ecco che piovono freschi freschi 32 miliardi di euro di entrate oltre le aspettative del bilancio previsionale. Di più dell'intiero ammontare della finanziaria grottesca che in questi giorni è in discussione. Subito Prodi si è affrettato a dire: ecco che gli italiani han cominciato a pagare. E' bastato guardare la nostra faccia. Niente di più falso. La sua faccia se la può tenere. Sono tutte entrate conseguenti alle leve finanziarie postulate dalle leggi tecniche che portano il nome di Tremonti (per esempio quella sulla rivalutazione concordata dei cespiti. Tu che parli di malgoverno, la conosci questa legge, che ha portato un profitto enorme allo stato senza vessare nessuno?). Una legge come la 382 i ministri di questo governo non la sanno neppure immaginare.
Spero che tu non debba comprarti un appartamentino con un mutuo in questo periodo, perchè grazie ad un decreto legge freco fresco, dal notaio dovrai tirar fuori come minimo un 10.000 euro di tasse in più di prima qualsiasi cosa tu compri. Anche se è la prima casa. Anche se sei un operaio con 12.000 euro l'anno di reddito. Bel regalino, non è vero? Ah, sì, scusa, dimenticavo. Queste nuove tasse saltan tutte fuori per il malgoverno di chi aveva avuto il mio voto 5 anni fa. Io ti derubo, ma è colpa tua. E' così il giochetto?

29 settembre, 2006 18:36  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Allora ragazzi...

innanzitutto io non mi sono scaldato caro francese in italia, è solo che mi ha offeso un pochino la tua affermazione...

e comunque non puoi paragonare un calciatore con un reddito di milioni di euro ad una prsona con un reddito da 70.000 euro.

Lou Mogghe, comprendo la tua perplessit. L'irpef del 33% su un reddito di 26.000 è davvero scandaloso!

Allo stesso modo è scandaloso applicare l'irpef del 45% su un reddito di 70.000!

Io la penso così...non si può essere sempre d'accordo, no?

Ciao ;)

29 settembre, 2006 18:58  
Anonymous enrix said...

La finanziaria è passata. Ecco i suoi passaggi principali:
1)Prodi e Padoa Schioppa: sarà di 35 miliardi. E dobbiamo toccare le pensioni.
2) I sindacati: no, è troppo. Bastano 25. E le pensioni non si toccano.
3) Prodi Non meno di 30.
4) Prodi: si saranno 30, bastano, perchè nel frattempo c'è stato un inremento delle entrate di 32 miliardi oltre il bilancio previsionale. Le pensioni le vediamo a gennaio. (nota di enrix: ma allora la finaziaria era già coperta, se conosco bene la matematica 32 - 30 = me rimangono 2!)
5) Prodi (che in campagna elettorale aveva giurato più volte di non aumentare le tasse): aumenteremo le aliquote irpef dei redditi superiori a 55.000 euro
6) Prodi: mi correggo, 70000 euro.
7) Mastella: se tocchi quelle aliquote me ne vado dal govermo
8) Mastella il giorno dopo: va bene toccale pure (chissà come ha fatto a cambiare idea in 24 ore)
9) I verdi: non votiamo se non date qualche euro anche a noi
10) I verdi il giorno dopo: va bene così, la votiamo (chissà che gli han promesso quella notte).
11) I sindacati: così non va bene. Vi facciamo la guerra (cioè con 30 miliradi, troppo alta secondo loro)
12) I sindacati il giorno dopo: così va bene (cioè con 33,8 miliardi di cui 3,8 di aumento di stipendio agli statali)
13) Padoa schioppa per giustificare i 3,8 miliardi in più di prelievo ai piccoli imprenditori, destinatiallo stipendio degli statali: è colpa del governo precedente, ci ha lasciato dei conti distrosi (domanda di enrix: e tu con i conti dello stato disastrosi, usi i soldi per aumentare lo stipendio agli statali?).
FINE DELLA PRIMA PUNTATA DI QUESTA PAGLIACCIATA. ASPETTIAMO DI ASCOLTARE L'INTERVENTO DI SCARAMACAI (NOTO CLOWN).

01 ottobre, 2006 12:05  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Grande Enxrix!

Hai ricapitolato superbamente gli eventi!

Speriamo che il tuo intervento illumini qualcuno...

01 ottobre, 2006 12:09  
Anonymous Anonimo said...

Credo che sia vergognoso che tu ti "indigni" se vengono aumentate le tasse ai più ricchi e abbassate ai più poveri...ma tant'è... ognuno ha il diritto di esprimere la sua opinione, quella che coloro che tu rivorresti al governo ci hanno negato per tanto tempo, esiliando luttazzi biagio e santoro dalla televisione... ah ma forse non erano in esilio, forse li hanno mandati "in villeggiatura" come facevano all'epoca del fascismo...

01 ottobre, 2006 12:13  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Vergognoso?

E l'aumento degli stipendi ai politici chi li ha voluti?

E comunque, tanto per intenderci, io non ho votato a destra.

Ciao.

01 ottobre, 2006 12:40  
Anonymous enrix said...

Caro anonimo,
troppo poco 1,2 euro al giorno in più nella busta paga dei redditi minimi per giustificare tutti gli abomini di questa finanziaria.
Perchè questo sarebbe praticamente quello che tu vedi di buono, se ho capito bene, in questa finanziaria.
E così ti stai facendo prendere in giro anche tu. Questo è infatti l'unico beneficio per i "meno abbienti" o per i "non ricchi", in questa finanziaria. Ma è solo apparenza, ci sono bolli e balzelli (vedi aumenti dei ticket sanitari) per cui quell'euro giornaliero sparisce anche quello.
Invece quello che è certo è il prelievo. Circa 4000/5000 euro più di prima mediamente per ogni famiglia "media", e ti assicuro che la maggior parte non li ha, anzi, ha debiti. La solita strategia di Visco, cioè la spremitura del limone secco.
Vediamo invece chi si avvantaggia da questa finanziaria.
1° posto: i partiti della sinistra.
C'è un'enorme importo accantonato per le spese dei ministeri, e quindi, per la competenza dei partiti che li occupano (non chiamiamole tangenti, che non è elegante).
2° posto: la Fiat
L'esenzione del bollo per le vetture Euro4 (sono tutte Euro4, oramai), non ha nessuna funzione sociale. E' un incentivo privo di senso, in un momento di "dissesto dello stato" (è così che lo definisce Prodi, nevvero?) una bella mascherina per pagare il conto a Montezemolo per il sostegno in campagna elettorale. Così vende un 10/15% di auto in più, a nostre spese) Il quale Montezemolo però non si è accontentato. Gli hanno anche finanziato la mobilità lunga (solo alla Fiat però, alle altre aziende no, perchè sono più brutte, alla faccia dell'equità e del dare ai "poveri", come la vedi tu).
3° posto: gli statali.
Un bell'aumento di stipendio è quel che ci voleva, e non di 1,2 euro al giorno, che è umiliante (Quella è roba da operai.
).Son due miliardi di euro netti in busta. E che diamine.
4° posto: le banche (altra bella fonte di voti della sinistra).
Una bella pletora di finanziamenti sicuri e garantiti dallo stato, alle aziende che devono dare il TFR all'inps e non hanno i soldi (e lo sanno benissimo i ns governanti, che non hanno i soldi, infatti il buon Padoa ScOPPIa si è già preoccupato di suggerire: ci sono le banche), è quello che ci vuole per aumentare gli utili (che poverine, ne hanno troppo pochi) senza rischi.
5° posto: i Comuni ed altri Enti locali (anche questa ci voleva, mentre lo stato è in "dissesto" per lo meno paghiamo un po' di stipendi ai cantonieri ed ai Sindaci).
Per il resto della classifica debbo leggere il testo integrale, per ora ho letto solo gli articoli più salienti.
Comunque quel che è certo è che ben presto gli Italiani incominceranno a rimpianger Tremonti, salvo naturalmente quei pochi ostinati che preferiscon viver nel guano piuttosto che avere un primo ministro che ha anche tre televisioni, che è come dire avere l'abominevole uomo delle nevi al governo.

Per concludere, a proposito di libertà d'informazione in Italia, io lo sapevo bene che quei tre simpaticoni non lavoravano più in RAI. Mi sembra di averlo letto da qualche parte, nonostante il regime fascista che c'era. (Tu invece li conosci i nomi dei giornalisti RAI licenziati dal centrosinistra nel precedente governo Prodi? Non credo proprio) Non voglio approfittare di troppo spazio di questo blog per illustrarti i mille motivi per cui ritengo Santoro e Biagi due giornalisti di basso profilo etico, dei disinformatori, dei seminatori di zizzania, insomma tutta una serie di cose gravi per cui in un'azienda pubblica pagata da tutti i contribuenti è decisamente meglio se si vedono il meno possibile. Tu saresti contento se la RAI desse una trasmissione in prima serata ad Emilio Fede? Felice suppongo. E Fede si precipiterebbe, credimi.
Per quanto riguarda Luttazzi, idem come sopra, con la sola differenza che non è un giornalista ma un comico, come Prodi.
Luttazzi fa ridere sino al mal di pancia quando non fa politica. Ultimamente faceva solo politica e non faceva più ridere neppure sua madre. E che vuoi mai.
Anche Buster Keaton con l'avvento del sonoro è stato messo da parte, e nessuno ha fatto girotondi per lui (che se lo meritava ben più di Luttazzi)

02 ottobre, 2006 09:00  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Ragazzi Vi consiglio di leggere l'ultimo post sul Blog del mio amico Andryyy:

"Maxim, commercialista, mi ha fatto notare che attraverso la rimodulazione delle aliquote IRPEF, un reddito da 28.000 euro annui subirà un aumento delle imposte di circa 300 euro, contrariamente a quanto Prodi e i sindacati avevano affermato ("nessun aumento di imposta sotto i 40.000 euro"). Nemmeno i politici di centrodestra, molto critici verso questa manovra, hanno sollevato questa obiezione. Anche il Sole 24 Ore conferma ciò che ha detto Prodi...(continua)"

http://www.andryyy.ilcannocchiale.
it/

Poi fatemi sapere cosa ne pensate!

Ciao.

02 ottobre, 2006 10:37  
Anonymous enrix said...

Il fatto, caro Massimiliano, è che questa più che una finanziaria è un tunnel degli orrori (quelli dei luna park). Ci sono così tanti vizi e furberie contabili, trappole e trabocchetti che pare impossibile siano riusciti a pensarla in soli tre mesi. E ci vuole ben più di un giorno per capirla bene, tanto più che loro, come già dimostrato dal tuo amico commercialista, ogni tentativo di spiegarla e giustificarla, lo fondano su grossolane bugie.
Tra l'altro sono pure riusciti ad infilarci dentro l'abominio degli abomini, e cioè il divieto degli alcolici per i minorenni.
Così anche da noi in Italia, che sino ad oggi eravamo riusciti ad evitare questo flagello, da ora il rapporto fra alcolici e ragazzi diventerà un problema. Sì perchè sino ad oggi l'interesse dei minori verso l'alcool era minimo. Bisognava far qualcosa per stuzzicarlo, e quindi proibirlo è l'ideale. Già vedo una spaventosa teoria di spavaldi giovinvelli vomitar Bacardi alle loro festicciole (i più "furbi" naturalmente saran quelli che riusciranno a procurarlo), e le madri il giorno dopo a dar di spazzola nei cessi, disperate.
Complimenti Prodi, per quanto mi sforzassi a pensare ad una supercazzata che avresti ancora potuto fare, questa proprio non me l'ero immaginata, perchè non me l'aspettavo, a "sinistra".
Evidentemente dopo quella fatta da Fini sulla droga, Prodi ha voluto far vedere i muscoli, per non esser da meno. E quindi qualcosa doveva proibirlo anche lui, poverino. E la salute dei ragazzi, Sig. Prodi? "E chi se ne frega...io mi interesso solo dei miei. L'ho già dimostrato l'anno scorso dal notaio, quando gli ho lasciato un piccolo patrimonio senza pagar tasse, approfittando di un'ingiustissima legge del Berlusca. Io che l'ho provata personalmente, ho capito che è ingiusta, perchè non pagare un centesimo di tasse ha aperto una crepa nella mia coscienza. Così la tassa adesso l'ho ripristinata, e la mia coscienza di cittadino è di nuovo a posto, perchè altri potranno ristorare lo stato di ciò che a me, mio malgrado, non è stato possibile versare."

02 ottobre, 2006 15:09  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Che ne dite di esprimere con un voto (da 1 a 10) il vostro giudizio sulla manovra finanziaria del Prodino?

Comincio io: 5

02 ottobre, 2006 15:45  
Anonymous enrix said...

Io più che un voto ti faccio addirittura una pagella, con i voti divisi per materie:

FacciaTosta 10
Pagamento dei pegni elettorali 9
Punizione dell'elettorato della CDL 10
Virulenza e pericolosità nel creare odio fra i cittadini e divisionismo di classe 10
Sprechi 10
Sviluppo 1
Potenzialità demolitoria delle poche cose buone fatte dagli altri 10
Capacità di mettere in ginocchio le piccole imprese 10
Sostegno alla Fiat 9
Capacità di accontentare i sindacati 9
Capacità di creare piaghe sociali (vedi alcolismo tra i ragazzini) 9
Possibilità di allargare le spaccature fra i partiti di governo 8
Benefici ai politici (aumenti di stipendio ed incremento secco del portafoglio dei ministeri) 9
Benefici ai meno abbienti 4
Capacità ei creare un generale senso di disgusto 10

Come vedi, il tuo 5 non rende onore alla legge.
La mia media è molto più alta.

03 ottobre, 2006 09:54  
Blogger Fallagirare.Staff said...

"Capacità ei creare un generale senso di disgusto 10"

QUESTA E' STUPENDA ;)

Ciao.

03 ottobre, 2006 10:37  
Anonymous enrix said...

Dunque, c'è una novità. Una dichiarazione di Bersani fresca fresca:
Dal Corriere della sera online.
03 ott 09:41
Finanziaria: Bersani, "Non ho trascurato le piccole imprese"
ROMA - "La riduzione del cuneo fiscale e' strutturale e permanente e si rivolge alla massa delle imprese". Lo ha affermato il ministro per lo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani. "Quella sul TFR e' certamente una misura che e' percepita negativamente dalle piccole e medie imprese, che possono vedere indebolito l'accesso al credito. Tuttavia - aggiunge Bersani - sara' consentito richiamare l'attenzione sul fatto che comunque la questione del TFR andava e va traguardata nella prospettiva sempre piu' ravvicinata del decollo della previdenza integrativa". (Agr)


Mio personale commento:
Troppo esoterica, l'affermazione del ministro, io ho solo fatto il liceo, e non la scuola di retorica di Atene, per cui faccio difficoltà a capire bene su che cosa mi sarebbe "consentito richiamare l'attenzione", perchè il resto della frase è davvero un po' ermetico.
Così a sensazione penso che Bersani intenda dire che ai piccoli imprenditori sarà consentito prenderlo in quel posto piano piano senza traumi, invece che tutto d'un colpo.
Poi, dopo il "decollo della previdenza integrativa" (ma decollo verso dove?), probabilmente ci avremo fatto l'abitudine (cioè a tenerlo in...)

03 ottobre, 2006 11:05  
Anonymous enrix said...

RAGAZZI!!! A MANO A MANO CHE LEGGO IL TESTO DI LEGGE, SPUNTAN GHIOTTISSIME NOVITA'!!
Non è vero che i ricchi son penalizzati.
Anzi, sono favoriti rispetto ai meno abbienti!
Ecco la dimostrazione.
La supertassa cosiddetta "SUV" non è in realtà una tassa sui fuoristrada, ma bensì una tassa sul peso dell'automobile (quindi, altra palla raccontata da Prodi & C:). Le automobili che superano i 24 quintali di peso, pagano un superbollo annuo di circa 500 euro.
Quindi i fortunati possessori di un PORCHE CAJENNE(macchinetta da POVERACCI del peso di SOLI 23,7 quintali) non pagheranno un centesimo. Meno male. Il modello maggiore della Lada Niva invece, peso 26 quintali (magari comprato usato tutto scassato per 2000 euro da qualche pastore di montagna), pagherà i 500 euro. Evvai!!!
Ora vado avanti a leggere. Credo che le ghiottonerie sian così tante, che questa legge potrà portare a Prodi persino il nobel per la letteratura, come miglior tragicommedia del 2006.

03 ottobre, 2006 11:55  
Anonymous enrix said...

Scusate, nella foga ho sbagliato a trascrivere i pesi. La soglia del superbollo è 26 quintali, Quindi è confermato che il PORCHE CAJENNE non paga. Ma anche i miserabili straccioni possessori di un banale TUAREG non pagheranno. 25 quintali.
Che pezzenti.

03 ottobre, 2006 12:10  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Enrix è pazzesco!

Devo vedere anch'io queste novità!

03 ottobre, 2006 13:16  
Anonymous enrix said...

Et voilà:

Dal Corriere della sera di oggi:

"Bollo sui Suv: non è chiaro chi lo pagherà Il ddl sulla Finanziaria parla di autovetture con peso superiore ai 2600 kg: molti fuoristrada sarebbero esclusi, perfino la Cayenne"

03 ottobre, 2006 13:43  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Corriere della Sera:

"NUOVE TASSE — Il meccanismo per le donazioni e le successioni prevede una franchigia per gli immobili trasferiti, sotto la quale si pagherà un'imposta catastale e ipotecaria forfettaria di 168 euro. La soglia è fissata ad un valore catastale di 180 mila euro per le abitazioni «prima casa» in caso di donazioni e di 250 mila euro per le successioni tra parenti in linea retta. Per successioni e donazioni verso parenti oltre il quarto grado l'imposta di registro sarà del 2%, quella ipotecaria del 3% e quella catastale dell'1%. Per le successioni ad altre persone aumenta solo l'imposta di registro, al 4%. Nel caso gli immobili avessero valore più elevato della soglia, scatteranno imposte catastali, di registro e ipotecarie, del 3%.

SANITÀ, TICKET FISSO DA 10 EURO —
Tornano i ticket con un costo medio in più a famiglia pari a 44 euro all'anno. La nuova mappa è così delineata: resta il tetto massimo di 36,15 euro per ogni visita specialistica e la diagnostica (fino a un massimo di 8 prestazioni), ma si dovrà pagare una quota fissa di 10 euro per ogni ricetta. Per le prestazioni non urgenti al pronto soccorso ci sarà un ticket di 23 euro per ogni visita medica più altri 18 per eventuali accertamenti diagnostici. Sul fronte degli esenti scatterà una verifica perché attualmente sono 23 milioni.

TASSA DI SOGGIORNO NEI CAMPEGGI - In arrivo, nei Comuni che lo vorranno, la tassa di soggiorno destinata ai turisti e comunque a tutti i soggetti non residenti che «prendono alloggio, in via temporanea, in strutture alberghiere, campeggi, villaggi turistici, alloggi agro-turistici». Il contributo può arrivare fino alla somma di 5 euro per ciascun non residente a notte. Esenti solo coloro che sceglieranno di dormire negli ostelli della gioventù o in strutture che l'amministrazione comunale vorrà esplicitamente esentare nell'apposito regolamento. La tassa è destinata a contribuire per la realizzazione di «interventi di manutenzione urbana e di valorizzazione dei centri storici». Può essere applicata anche solo per periodi limitati dell'anno. Multe pesanti per i gestori del strutture ricettive che non riscuotano correttamente la tassa: «per l'omessa o infedele presentazione della dichiarazione si applica la sanzione amministrativa dal cento al duecento per cento dell'importo dovuto».

OLE'!

03 ottobre, 2006 13:53  
Anonymous enrix said...

Cerca bene, che ci trovi anche un'imposta sulle salamelle.
Naturalmente con l'esenzione di quelle magnate alle feste dell'Unità.

03 ottobre, 2006 15:13  
Anonymous enrix said...

Di nuovo il corriere della sera

Economia
03 ott 16:00
Finanziaria: Padoa Schioppa, "Eredita' maligna da governo precedente"
ROMA - Il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa sta illustrando la Finanziaria alla Camera. Il ministro, parlando dell'Italia e dei conti, ha usato un paragone: "Il paese e' come un paziente che sta uscendo dalla terapia intensiva". Poi, ha detto: "Sul fronte dei conti pubblici abbiamo trovato un'eredita' nascosta e forse per questo piu' maligna". (Agr)

Finalmente abbiamo fatto un passo in avanti. Alle pressanti richieste degli italiani, e soprattutto dei sostenitori di Tremonti, che sentono parlar da mesi di buchi e dissesti, e pertanto vogliono conoscere quali siano le voci del bilancio dello stato (che invece figura ovviamente in parità) che invece si configurano in perdita, dopo mesi dicevo, finalmente il ministro P.S. comincia a fornire timidi cenni di chiarimento. Il buco è "nascosto", dice lui.
Ben nascosto, aggiungerei io.
E deve essere proprio ben nascosto, se ci ha messo quasi un semestre per dirci semplicemente che si tratta di una cosa nascosta. Immagino che se fosse visibile, ce l'avrebbero già fatto vedere, sto maledetto buco. Per fortuna è nascosto. Ed essendo nascosto, pur maligno, si può aspettare a coprirlo. Così' il ministro inizia col finanziare le auto Fiat, le mobilità della Fiat, gli aumenti degli stipendi dei politici e degli statali, le serate in palestra, i ministeri ed il ricambio dei frigoriferi.

Tanto il buco è si maligno, ma nascosto.

Mi raccomando Padoa s., continua a tenerlo ben nascosto 'sto buco.

03 ottobre, 2006 16:48  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Non sarà mica un buco nero?

03 ottobre, 2006 18:17  
Anonymous enrix said...

Si, nero. Nero od invisibile. Cioè, nascosto.
Dunque, cesso di scherzare per un momento (anche se le tentazioni sono forti e continue), perchè a ben vedere è un discorso serio.

Quando Berlusconi salì al Governo, denunciò un buco. Un ammanco di dimensioni considerevoli, e spiegò dettagliatamente di cosa si trattava. Si trattava di decreti di spesa "in economia" emessi da vari ministeri nel periodo pre-elettorale senza la necessaria copertura di bilancio. Venne esposto anche il dettaglio, di queste spese (alcuni erano dei "bonus" improvvisati, tipo , ad es, il bonus bebè). Tutte spese imposte alla tesoreria per decreto in carenza di copertura finanziaria. Per cui dovette coprirle il nuovo governo. Ed ora vediamo in che cosa si differenziano i due casi.
Innanzitutto, l'importo dell'ammanco. Ora non lo ricordo bene, ma il buco lasciato dal centrosinistra fu quantificato da Tremonti, mi pare fosse di 15 miliardi (ma potrei sbagliarmi, non ho il tempo di controllare). Comunque era precisamente quantificato.
IL BUCO denunciato oggi dal centrosinistra invece, non è mai stato quantificato.
Si parla di dissesto, di buco, di "conti allo sfascio" (parole di d'Alema), di finanza creativa,di conti truccati, di falso contabile, di spese pazze, di debito insanabile, di spese incontrollate, di previsioni sbagliate, di squilibri di bilancio, di ministri irresponsabili, di populismo contabile, di finanza demagogica,di paese da salvare, di conti da sanare e da risanare, di paese da far ripartire, ecc....ecc...sino ad arrivare oggi all'ultima perla, la regina di tutte le definizioni, e cioè questa inquietante "eredità nascosta". Qui bisogna fermarsi un attimo. Se, come mi sembra chiaro, il ministro P.S. si è sbilanciato col dire finalmente che il buco c'è, ma non si vede, perchè è nascosto, questo significa che non è stato neppure individuato, e quindi men che meno quantificato.
Quindi il buco, c'è, anche se non si vede. E siccome non si può quantificare, essendo invisibile, non si è neppure in condizioni di sapere quanto denaro serve per coprirlo (invece Berlusconi nella sua prima finanziaria aveva dettagliatamente quantificato il prelievo necessario per coprire l'ammanco). E siccome non si sa quanto denaro serve per coprirlo, noi del governo cominciamo ad insaccarne un po' (avete presente i sacchi col simbolo del dollaro nel deposito di Paperone?). Così, tanto per insaccarlo, per ragioni di cautela, perchè il buco incombe. Ma attenzione. Il buco è nascosto, e quindi maligno in quanto potrebbe essre grande, anzi più grande , anzi grandissimo. Non sappiamo quanto grandissimo, perchè è nascosto. Ma sappiamo che c'è e potrebbe essere così grande che infilarvi la mano nella tasca destra potrebbe essere non sufficiente. Probabilmente dovremo infilarvela anche nella sinistra....
Mammaiuto, arriva l'uomo nero!...

03 ottobre, 2006 20:07  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Concordo quasi su tutto, caro Enrix, ma non su Tremonti!

Tremonti non era quello che a Porta a Porta affermava: VA TUTTO BENE! NON E' VERO CHE CI SONO DEBITI! VA TUTTO BENE!

Padoa Schioppa, secondo me, sarà pure quello che sarà, ma è comunque molto meglio di Tremonti!

N.b. A parte la storia del "buco nero" s'intende...

04 ottobre, 2006 10:58  
Anonymous enrix said...

Padoa Schioppa meglio di Tremonti?
No comment.
Aspettiamo 5 anni e sapremo la risposta.
Io però ho letto le finanziarie scritte da Tremonti, ed ho letto questa finanziaria, e la risposta credo di conoscerla già....

05 ottobre, 2006 09:36  
Blogger Fallagirare.Staff said...

Ok, tra 5 anni vedremo!

05 ottobre, 2006 11:27  
Anonymous Anonimo said...

CIAO A TUTTI HO TROVATO QUESTO BLOG PER CASO...CI SONO DEI COMMENTI MOLTO INTERESSANTI: SCAMBIANO PARERI UNA DISOCCUPATA 32ENNE E UN IMPRENDITORE. ANDATELO A VISITARE IL LINK E' QUESTO:

http://il-paese-dei-balocchi.blogspot.com/

05 ottobre, 2006 12:07  

Posta un commento

Links to this post:

poisted

Crea un link

<< Home

Liste Civiche Nuovo Rinascimento
 

Google
Web falla-girare.blogspot.com
 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Giornalismo su BLOO.it

Bloggoteka

Blog-Show la vetrina italiana dei blog! ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale

Superba.it

SpazioLink.com>

Blogarama - The Blog Directory  

L'autore del blog NON si assume alcuna responsabilità sui contenuti dei commenti. I commenti ritenuti offensivi o non attinenti potranno essere cancellati. Per qualsiasi informazione: fallagirarestaff@yahoo.it